Home Politica Casoria, in archivio la ventesima edizione di “Operazione Befana”

Casoria, in archivio la ventesima edizione di “Operazione Befana”

135
0

12509046_10207161866319110_8183708958448382711_nPer quanto strano possa sembrare, che una iniziativa, organizzata da un gruppo umano impegnato in politica sul territorio, riesca a superare i rivolgimenti storici degli ultimi vent’anni, rappresenta una vera e propria notizia. Facciamo riferimento a “Operazione Befana”, una kermesse di solidarietà, varata dalla comunità di Casoria, che oggi milita sotto le insegne di “Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale”, e che nell’ormai lontano 1997, nelle file di Azione Giovani e di Alleanza nazionale, diede vita a quella che ormai il territorio vive come una vera e propria tradizione. L’idea alla base dell’iniziativa è estremamente semplice: ci si propone l’obiettivo di raccogliere giocattoli, da consegnare, nei giorni a ridosso dell’Epifania, ai bambini provenienti dalle realtà disagiate del territorio. Anche quest’anno, grazie all’impegno dei militanti e alla sensibilità di cittadini e operatori commerciali locali, sono stati distribuiti oltre 100 doni, per la maggior parte dei quali destinati ai piccoli ospiti di strutture socio-assistenziali. La fase della raccolta è stata realizzata, nei giorni immediatamente precedenti il Natale, attraverso l’allestimento di gazebo, allietati da momenti di animazione. Anche in questo caso, siamo dalle parti del cosiddetto “fatto notiziabile”: ci sta qualcuno che continua a fare politica, mettendoci la faccia: e preferendo scendere tra la gente, piuttosto che chiudersi in quattro muri. “Nell’organizzazione delle ultime tre edizioni, – dichiara Nancy Torelli, dirigente locale del partito guidato da Giorgia Meloni, che coordina l’iniziativa da tre anni,- si è voluto conservare lo spirito, che animò la fase pionieristica della kermesse”. “Più che una iniziativa di solidarietà in senso stretto,- prosegue – Operazione Befana si propone di veicolare un messaggio di riscatto sociale, obiettivo che può essere perseguito solo attraverso la buona politica. Noi crediamo ancora fortemente nella funzione di mediazione sociale, che i movimenti politici possono svolgere anche oggi, a dispetto dell’ondata di antipolitica che ha travolto il Paese”. “Aver consegnato più di 100 doni, ha rappresentato un’impresa, realizzata solo grazie al sostegno dei commercianti di Casoria, e al contributo dei militanti”, conclude la Torelli.
“Con uno sparuto gruppo di amici, – afferma il vice presidente regionale di “Fratelli d’Italia – Alleanza nazionale”, Luca Scancariello – vent’anni or sono, quando militavamo con Azione giovani, decidemmo di dare un segnale concreto, di quella vocazione alla socialità, che ha sempre animato la nostra comunità”. “Mi preme sottolineare la circostanza che, sebbene all’epoca le strutture di partito fossero opportunamente sostenute da fondi pubblici, noi non abbiamo mai beneficiati di un centesimo, proveniente dalla collettività. Già molti anni prima che qualcuno decidesse di lucrare su questo specifico aspetto, noi andavamo avanti, per questa e per altre iniziative, contando solo su forme lecite di autofinanziamento. Questo a dimostrazione del fatto che la tanto negletta politica può essere ancora interpretata come la più alta e la più nobile delle attività che un uomo possa dedicare ad altri uomini. Anche quest’anno abbiamo riscontrato un grande successo, dovuto alla grande capacità organizzativa di Nancy Torelli”, conclude Scancariello.