Home Politica Casoria. Il Movimento Cinque Stelle: ORA BASTA!

Casoria. Il Movimento Cinque Stelle: ORA BASTA!

153
0
{"source_sid":"FC2A811E-0F56-4F3E-975C-40A52B989E30_1607727744184","subsource":"done_button","uid":"FC2A811E-0F56-4F3E-975C-40A52B989E30_1607727687525","source":"other","origin":"gallery"}

Il gruppo consiliare di Casoria del Movimento Cinque Stelle, tramite, un comunicato, intende chiarire la propria posizione riguardo gli ultimi avvenimenti che stanno interessando la politica cittadina. Ecco il testo integrale: “Sentiamo la necessità di rappresentare un profondo sconforto ed una grande amarezza per una gestione amministrativa fin qui disarmante, inconcludente , autarchica , preoccupata solo di nomine e poltrone .

Ci costa tanto invocare le dimissioni del primo cittadino ma crediamo siano a questo punto inevitabili.
Notiamo che la massima attenzione è stata, purtroppo, prestata solo alla spartizione degli incarichi provando in tutti i modi a non scontentare nessuno, scontentando però tutti.
Un ultimo esempio in ordine temporale è stata la gestione della presidenza di CASORIA AMBIENTE. Il nuovo presidente è Massimo Iodice, nome noto alla politica casoriana.
Il nostro intento è far emergere una condotta profondamente scorretta che ha infranto reiteratamente tutte le basilari norme democratiche a danno del confronto politico.
Tutto (o quasi) è fermo da mesi, tutto tace. Nessun consiglio, nessuna commissione, nessun dialogo.
E’ possibile che dopo mesi non si riescano ad organizzare come in tutti i comuni d’Italia in presenza o come da suggerimenti dei numerosi DPCM, consigli comunali fisici o in remoto?
E’ possibile che la macchina amministrativa sia ferma da mesi e che si utilizzi ancora la “PANDEMIA“ come argomentazione ostativa?
E’ possibile che dopo numerosi cambi di compagine consiliare e contrattazioni con i singoli consiglieri, di fatto il consiglio comunale è ostaggio di queste deprecabili dinamiche?
I cittadini non meritano di assistere a questo SQUALLIDO teatrino! Siamo al punto di non ritorno.
Crediamo manchi completamente la volontà di coinvolgere le opposizioni poiché il vero obiettivo è proseguire con questa condotta, frutto di ingerenze esterne schermata ottimamente dall’emergenza COVID-19.
Poco importa se la città è allo sbando! Poco importa se la percezione dei cittadini, è di abbandono totale.
Desideriamo ancora rilanciare con forza il nostro operato, le nostre azioni e proposte da sempre fortemente in contrasto con questa amministrazione, non vogliamo  in nessun modo essere accostati all’amministrazione BENE.
Siamo all’opposizione ed utilizziamo da opposizione tutti gli strumenti democratici a nostra disposizione ma siamo di fatto gravemente esautorati.
Siamo inoltre consapevoli che non sono più sufficienti le denunce,  le segnalazioni e  le dichiarazioni a mezzo stampa.
E’ giunto il momento di sovvertire questo processo di distruzione.
Evidenziamo maldestri tentativi del nostro primo cittadino di governare gli episodi tragici che stanno sfortunatamente caratterizzando la nostra città attraverso passerelle inutili, alle quali non seguono mai azioni incisive e determinate.
Crediamo che l’amministrazione debba registrare serenamente il proprio fallimento.
Una Pandemia gestita in maniera disastrosa a suon di dirette facebook, risse senza controllo, furti, caos, insomma una escalation di  degrado culminato con l’ultimo tragico episodio dell’ordigno esploso in Galleria Marconi.
Noi siamo stanchi, la città è stanca.
Dove sono i controlli , la videosorveglianza ed il piano condiviso con le forze dell’ordine per il presidio del territorio?
Quale piano eccezionale ha in serbo per la città? Come intende risollevare il commercio in città?
Non bastano più le vuote rassicurazioni e il finto perbenismo suggellato da ordinanze senza senso, il tempo per le azioni concrete è scaduto.
Un timido falso tentativo per un governo di salute pubblica è stato fatto ma fortunatamente le forze politiche sane non si sono fatte abbagliare dalla luce di una promessa di una poltrona senza un piano fattibile di governo della città, senza temi su cui discutere per il bene della città.
L’ultima possibilità esiste ed è concreta caro Sindaco.
Apriti alla società civile, pesca le migliori eccellenze dallo sconfinato patrimonio cittadino, individua persone scevre da ogni legame politico e interrompi questo ricatto continuo al quale sei sottoposto per accontentare le numerose richieste che ti pervengono.
Noi ci siamo, appoggeremo sempre le risorse di qualità e coloro che veramente possono dare un contributo forte per risollevare le sorti della nostra città .
Sindaco, con il rispetto che nutriamo per l’istituzione che rappresenti e per la tua persona , ti chiediamo pertanto un ultimo atto di dignità.
Se questo estremo tentativo dovesse fallire come purtroppo crediamo, rassegna le tue dimissioni, porta via dalla casa comunale chi in questi mesi ha dimostrato di non essere all’altezza e consegna le chiavi della città, ci sarà sicuramente qualcuno più incisivo, determinato e concreto che proverà a risollevarla”.
Articolo precedenteCrisi da covid-19 imprese e associazioni campane in campo per la donazione di mascherine
Articolo successivoDomenico Battaglia è il nuovo Arcivescovo Metropolita di Napoli
Non penso che tutti i rapporti dei servizi segreti siano scottanti. Alcuni giorni apprendo di più dal New York Times (cit.). Se esiste il diritto di cronaca esisterà anche quello di raccontare, perché un buon giornalista non è quello che scrive, ma quello che parla tacendo.