Home Politica Casoria. Gli esclusi dal Pd non ci stanno. Ecco la nota

Casoria. Gli esclusi dal Pd non ci stanno. Ecco la nota

180
0

PRIMARIE-PARLAMENTARI-PD-00-770x577Abbiamo appreso da un comunicato diffuso dal Vs giornale di una presunta esclusione dal Partito Democratico. A tal proposito è gia stata inviata una nota, allegata alla presente,  agli organismi sovra comunali poiché essi sono gli unici deputati a tali tipi di provvedimenti.  Quanto al contenuto della missiva, ci rendiamo conto che il sedicente candidato Sindaco ha bisogno di farsi un po’ di pubblicità, stante il sentimento di assoluta e totale indifferenza da parte della città percepito dall’inizio della sua “investitura”. Ci rendiamo conto che assemblee composte da mogli, fidanzate e amici non sono l’idea di PD che vogliamo e su questo almeno siamo d’accordo con l’ex consigliere; infatti anche per noi il PD che abbiamo in mente è “altro”, non un Partito di livore, ma un Partito di livello. Al novello fustigatore della politica locale, i cui venti anni di onorata carriera in consiglio hanno lasciato tracce indelebili nella memoria dei cittadini casoriani, diciamo che di sicuro lui ha credenziali adatte per potersi candidare in questa città. Infatti, oltre al fatto di essere è stato l’unico Presidente del Consiglio Comunale della nostra città ad essere sfiduciato dalla maggioranza dei consiglieri comunali dopo appena sei mesi, per il resto non ricordiamo nulla del suo impegno in politica.

Ad ogni modo, poichè concordiamo sul fatto che il Partito Democratico debba essere altra cosa, il candidato o presunto tale, potrebbe stupirci facendo una cosa “davvero democratica” ossia mettersi in gioco e partecipare alle primarie di coalizione. Ma sappiamo che in questo caso non basterebbero mamme, mogli e fidanzate,  in questo caso sarebbe necessario il consenso dei cittadini. In fondo Matteo Renzi insegna: non si è nascosto dietro carte bollate o assemblee familiari ma ci ha messo la faccia. Siamo convinti che l’ex consigliere in questa occasione avrebbe modo di spiegare il suo modello di città, cosa che negli ultimi venti anni di carriera politica gli sarà sfuggita. Quanto ad esclusioni o espulsioni stia sereno quelle non sono di sua competenza, ma degli organismi deputati a cui abbiamo già inoltrato richiesta di chiarimenti e per questo motivo gli suggeriamo di leggere lo statuto del Partito Democratico.

I Firmatari

Andrea Capano, Biagio Galluccio, Salvatore Graziuso, Massimo Mileto, Luisa Marro, Sossio Salma, Pasquale Tignola

nota