Il Comune di Casoria rende noto in un documento due articoli: l’art.1 inerente all’oggetto dell’appalto e l’art.2 riguardo la descrizione del servizio e i prezzi del servizio a base d’asta.
“L’appalto integrato ha per oggetto l’esecuzione delle attività di stampa  ed imbustamento e relativo recapito della corrispondenza generata dai Servizi Tributi del Comune di Casoria, nonché nella scannerizzazione e indicizzazione degli avvisi di ricevimento e degli inesitati con aggiudicazione dell’offerta a ribasso” si legge nella missiva.
Il Comune di Casoria intende affidare tale servizio all’ appaltatore per blocchi e, nel mentre, la Stazione Appaltante si riserva la facoltà di intervenire, direttamente o con altre imprese, sulle utenze in oggetto senza che l’appaltatore possa avanzare pretese o risarcimenti.
” Trattandosi di tribuni comunali, in particolare si prevede una prevalenza della spedizione degli  avvisi relativi alla tassa rifiuti, gli stessi saranno recapitati preponderanza a contribuenti domiciliati nel Comune di Casoria” viene spiegato nell’atto. Inoltre, nel capitolato d’appalto è previsto uno sportello aperto al pubblico per il ritiro della posta in giacenza o anche solo per chiedere informazioni impegnandosi “ad aprirne uno sul territorio cittadino entro 10 giorni dalla data di stipula del contratto”.
Presso tale sportello, facilmente identificabile dai cittadini e aperto sei giorni a settimana su sette, verrà depositata alla Posta in caso di mancata consegna per assenza del destinatario.
Sul suo profilo Facebook Elena Vignati ha scritto, in risposta a questo documento:
“Qualche giorno fa avevo protocollato un’interrogazione in cui chiedevo il motivo del ritardo nella consegna degli F24 contenenti gli importi da versare relativi al tributo Tari 2018.”
Tra le altre cose, chiedeva anche
chi fosse la ditta aggiudicataria,i motivi del ritardo e
l’esenzione da eventuali more per un disservizio creato dallo stesso Comune.
“Ieri – ha aggiunto- sono state consegnate molte missive contenenti i documenti di cui sopra , in una busta bianca , ma ai cittadini non è stata rilasciata alcuna ricevuta .
A prescindere dalla gravità dell’inadempienza  contrattuale, mi chiedo come faccia un cittadino a dimostrare , senza la relativa ricevuta,  che la raccomandata gli è stata effettivamente recapitata con la prima rata da pagare entro il 16 Giugno , già scaduta .
Inoltre il disciplinare di gara non prevede sub appalti , avrà stampato in proprio l’aggiudicatario ?
Ho chiesto alla commissione controllo di approfondire.”
Condividi su
  • 54
  •  
  •  
  •  
  •  
  •