Home Casoria Casoria: festa liturgica di Santa Maria Cristiana Brando

Casoria: festa liturgica di Santa Maria Cristiana Brando

347
0

Maria D’Anna – Ricorre domani la festa liturgica di Santa Maria Cristina Brando, che insieme al santo patrono San Mauro, a San Ludovico da Casoria, a Santa Giulia Salzano ed alla beata Maria Luigia Velotti sono le figure che circondano di santità la città alle porte di Napoli. Oggi si conclude il triduo di preghiera in preparazione della festa. Domani alle 6:30 Santa Messa ed esposizione del Santissimo Sacramento. Dalle 9 alle 12 adorazione eucaristica da parte di alunni, laici e devoti. Alle 16:30 Santo Rosario e Vespri. Alle 17:30 solenne celebrazione eucaristica presieduta da Sua Eccellenza Jose’ Rodriguez Carballo, Arcivescovo Segretario della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica. Le celebrazioni si terranno nella sede dell’ Ordine delle Suore Vittime Espiatrici di Gesù Sacramentato, fondato da Maria Cristina, la cui madre superiore è Carla De Meo. Adelaide Brando, poi Maria Cristina, fondatrice dell’ordine sopra menzionato, proclamata santa da Papa Francesco il 17 maggio 2015, nasce l’ 1 maggio 1856 a Napoli e muore il 20 gennaio 1906 a Casoria. Proviene da una giada famiglia borghese. La sorella Maria Pia è fondatrice della Chiesa e del Pio Istituto del Sacro Cuore di Gesù a Mugnano di Napoli. A 12 anni Adelaide si consacra a Dio con voto di verginità perpetua. Manifesta il desiderio di farsi suora, ma il padre si oppone, permettendole però di raggiungere la sorella in un monastero di Napoli. Per due volte deve lasciare in monastero per una grave malattia. Completamente guarita nel 1876 indossa l’abito delle Sacramentine prendendo il nome di Maria Cristina dell’Immacolata Concezione. Sotto la guida spirituale di San Ludovico da Casoria si trasferisce nella città di quest’ultimo, vivendo nell’adorazione perpetua dell’eucaristia. A lei si uniscono altre giovani e quindi fonda una comunità che sarà la base della nuova congregazione, sempre a Casoria. Accanto alla sede della Congregazione volle fondare una chiesa dove l’adorazione eucaristica fosse in interrotta. La Congregazione viene approvata nel 1903 da Papa Leone XIII. L’istituto oggi conta centinaia di suore sparse in varie parti del mondo. Si distinse per bontà e dolcezza e dedicò la sua vita alla formazione cristiana dei fanciulli.

Articolo precedenteScuola, parla l’assessore Guarino
Articolo successivoPrenotazioni per i vaccini all’Ospedale per la prossima settimana
Redazione Il Giornale di Casoria - Il portale di informazione dell'area a Nord di Napoli