MINIDISCARICA VICINO AL CIMITERO CONSORTILEAccadono fatti sconvolgenti. Uno dietro l’altro. È proprio vero: il mondo è un villaggio globale. La strage ferroviaria di Corato in Puglia. Ennesimo esempio di un Sud che è periferia del “Bel Paese”. Stai ancora a rimuginare ed a commemorare i morti ed i feriti, ed ecco la strage di Nizza. Un fatto immane che lascia senza parole. Nel 2015 ben 11 mila sono stati gli attentati terroristici nel mondo. Trentamila le vittime. È la terza guerra mondiale asimmetrica? Non si può dirlo. Si può dire invece, che gli organismi mondiali come L’Onu (Organizzazione delle Nazioni Unite), nati all’indomani del catastrofico secondo conflitto mondiale al fine di  costituire una sorta di governo mondiale delle nazioni dell’intero pianeta, per coordinare ed evitare i conflitti locali e globali, hanno fallito miseramente. Così come ha fallito l’Unione Europea come organizzazione politica. E l’uscita dell’Inghilterra è l’ultimo tassello di questo fallimento. Una enorme scia di sangue e lutti ci viene catapultato nelle case dai mass media a tutte le ore del giorno. La strage di Nizza! Sembra finita! No! C’è il golpe in Turchia. Anzi il tentato e forse un po’ farsesco golpe teso ad eliminare un personaggio ambiguo ed inquietante come il Premier Erdogan che voleva traghettare un paese instabile come quello turco in Europa. Un paese che comunque fa parte della Nato, ed ha una base militare Nato, strategica per gli attacchi aerei che partono contro il sedicente Stato islamico. Base che Erdogan per ritorsione contro gli Usa si affretta a chiudere. Insomma la storia corre come un treno  ad alta velocità sui binari dei media tradizionali e dei social e ci investe. Ed il brutto è che non sappiamo dove ci porta.

Ma anche qui nella nostra città la vita scorre con i problemi di sempre che ci investono – nostro malgrado – nel quotidiano. Uno su tutti: quello ambientale. Non è una novità di oggi. E, soprattutto, lo vogliamo sottolineare, non è imputabile all’attuale compagine politica che da poco si appresta a governare a pieno regime la città. Roghi tossici. Un problema che nemmeno lo Stato centrale riesce a governare. Nonostante abbia nominato addirittura un Prefetto: Cafagna, alla gestione di questo fenomeno che tormenta le popolazioni dell’Area a Nord di Napoli. Nei giorni scorsi c’è stata una riunione di sindaci dell’area Nord. Melito, Mugnano, Casandrino ed Arzano. I quattro rappresentanti dei territori tuonano contro i veleni che arrivano dai campi Rom, chiedendo al Sindaco di Napoli De Magistris che è anche sindaco della città Metropolitana (oggetto misterioso a tutt’oggi) di intervenire. È chiaro che i roghi che si alzano da Scampia, dove si trova un campo Rom, in linea d’aria investono anche il territorio di Casoria ed Arpino con tutte le nefaste conseguenze che ne derivano. Poi ci sono i delinquenti locali. Quelli che scaricano di tutto, nelle strade periferiche della città, certi dell’impunità. Dando anche fuoco al materiale, spesso tossico. Contro questi furfanti occorre la mano dura. Speriamo che il neo assessore all’Ambiente l’Architetto Pietro D’Anna usi il pugno di ferro. Occorre una rete intelligente di monitoraggio del territorio, unita ad un controllo dello stesso da attuare a parte con i vigili ambientali e quelli urbani, ma anche coinvolgendo le associazioni di volontariato che già sul territorio collaborano con le autorità comunali.

La guerra contro gli incivili che sporcano ed inquinano la nostra città è di tutti. Non solo degli amministratori. È una guerra di civiltà, di tutela dell’ambiente e della salute umana. Anche i cittadini devono segnalare alle forze dell’ordine, senza paura, questi cafoni urbani che sporcano la nostra terra. Il nostro giornale continuerà a segnalare -grazie anche alle sollecitazioni di lettori e cittadini – questi fatti, ritenendo che ciò sia anche utile agli amministratori per tenere sotto controllo la situazione ed indirizzare il proprio impegno nei posti e nelle strade dove avvengono questi veri e propri reati ambientali.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •