Home Cultura Casoria, digitalizzazione per promuovere i beni culturali cittadini

Casoria, digitalizzazione per promuovere i beni culturali cittadini

237
0

È stata presentata a Casoria, presso la Biblioteca comunale “mons. Mauro Piscopo”, una prima, importante iniziativa per la digitalizzazione del patrimonio culturale e artistico del territorio. Ad illustrare il progetto “Casoria di tutti e per ognuno”, sono intervenuti il sindaco Raffaele Bene e l’assessore alla cultura Vincenzo Russo, il sindaco di Cardito Giuseppe Cirillo, che è anche vicesindaco della Città Metropolitana di Napoli, ente che finanzia l’intervento. Accanto a loro – coordinati dalla giornalista Pina Stendardo –, Valerio Poetico della “Shadow Computer”, società che sta realizzando gli applicativi informatici necessari alla fruizione intelligente delle risorse; e lo storico Giuseppe Pesce, da tempo impegnato per il rilancio culturale del territorio.

Il progetto prevede la digitalizzazione a 360 gradi dei principali monumenti (in particolare, le storiche chiese con le loro testimonianze artistiche) di Casoria, da promuovere, in modo veloce e pratico, attraverso un portale web (www.turismocasoria.it) ed una “app” Android dedicata. Un’iniziativa che punta a far conoscere il patrimonio culturale locale ad un pubblico sempre più vasto, a partire dalle scuole del territorio. Alla presentazione erano infatti presenti due classi dell’indirizzo turistico dell’Istituto Superiore “Andrea Torrente”, e nei prossimi giorni saranno coinvolti anche gli studenti di altri istituti. 

«L’obiettivo è quello di sviluppare un dialogo costante – spiega il primo cittadino Raffaele Bene – che, partendo dal mondo della scuola, promuova i luoghi della storia e della bellezza, permettendo ai cittadini di Casoria di riconquistare, sempre di più, un rapporto di fiducia con la città. Riuscendo, magari, anche a incuriosire ed attrarre chi non è di Casoria, e cercando di offrire dei veri e propri itinerari, sia artistici che religiosi».

Oltre le bellezze delle due grandi chiese del territorio – la seicentesca basilica di San Mauro e il santuario di San Benedetto – Casoria è la città di tre santi, con i loro rispettivi istituti e le loro grandi storie dell’Ottocento: San Ludovico, Santa Maria Cristina Brando e Santa Giulia Salzano; a cui si aggiunge la beata Maria Luigia Velotti. Mentre, sul versante dell’arte contemporanea, prosegue da ormai quasi 20 anni l’attività di avanguardia del CAM-Contemporary Art Museum di Antonio Manfredi.

Articolo precedente21° Rapporto su povertà ed esclusione sociale. L’anello debole
Articolo successivoSanità, Tommaso Casillo nuovo Presidente della SO.RE.SA.
Redazione Il Giornale di Casoria - Il portale di informazione dell'area a Nord di Napoli