Centinaia i messaggi di condoglianze e di cordoglio hanno accompagnato la triste scomparsa del Prof. Geppino Palomba, stimatissimo docente casoriano. Conosciutissimo in città, per le sue doti umane e professionali. Una perdita che la comunità locale ha voluto ricordare con tantissimi messaggi postati sui social dalle persone che lo conoscevano e lo stimavano. Ricordi personali di bei momenti vissuti insieme a lui. La famiglia ha voluto far pubblicare un ricordo personale del caro congiunto, rimandando alla fine del lockdown, la celebrazione della funzione religiosa,  ringraziando quanti hanno testimoniato il proprio affetto e la propria stima  per il Professore casoriano. Noi, nel rinnovare i nostri sentimenti di partecipazione e di cordoglio alla famiglia ed al nostro carissimo collega Dario Sarnataro, vogliamo ricordare e dedicare all’uomo di cultura Prof. Geppino Palomba una frase di Cicerone:La vita dei morti è riposta nel ricordo dei vivi. E questo ricordo accompagnerà per sempre la figura umana e professionale del Professore Palomba, nella storia della città di Casoria. Ecco qui di seguito il ricordo scritto dalla famiglia Palomba. Con estremo dolore e infinita commozione la famiglia saluta Giuseppe “Geppino” Palomba, venuto a mancare il 17 aprile a 74 anni. La moglie Nunzia, i figli Cristina e Domenico, il genero Pasquale, la nuora Roberta, i nipoti Federica, Lorenzo, Andrea e Martina e i parenti tutti lo ricordano con questo pensiero: “Sei stato un marito devoto, un padre adorabile e amorevole, un uomo estremamente buono, un maestro impeccabile. Rimarrai per sempre nei nostri cuori. Ti amiamo…”. La famiglia di Geppino ringrazia tutti per le condoglianze e per l’affetto. La funzione religiosa sarà celebrata appena sarà possibile (dato il lockdown per l’emergenza), in modo che l’intera comunità di Casoria possa salutare uno dei suoi figli più cari e meritevoli”.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •