Controllando una ditta che si occupa del confezionamento di vegetali all’ingrosso i carabinieri della stazione forestale di Napoli, hanno scoperto centinaia di chili di tuberi e ortaggi pronti ad essere immessi nel mercato come prodotti italiani ma di fatto non erano tracciabili.
Nel capannone c’erano 700 chili di patate, 200 di cipolle e 50 di aglio senza alcuna indicazione circa la provenienza.
Alcuni prodotti, ad esempio l’aglio, era stato confezionato con una fascetta tricolore attorno al gambo ma era verosimilmente proveniente dalla Spagna.
Sono stati sequestrati 950 chili di merce e comminate sanzioni amministrative per l’assenza del registro di carico e scarico degli imballaggi e delle acque reflue.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •