Home Politica Casoria: da città dismessa a risorsa strategica. Il governatore De Luca parla...

Casoria: da città dismessa a risorsa strategica. Il governatore De Luca parla dello sviluppo della città

138
0

Casoria_patto per il sud_uci cinemasMercoledì 25 maggio si è tenuto presso l’ UCI Cinemas a Casoria il convegno “Patto per il Sud e opportunità per Casoria“, promosso dal Vicepresidente del Consiglio regionale campano Tommaso Casillo e dalla Consigliera Antonella Ciaramella. Al meeting, moderato dal giornalista Giuseppe Pesce, oltre al Governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca e al Sottosegretario alla Giustizia Gennaro Migliore, sono intervenuti anche i deputati Leonardo Impegno, Michela Rostan, Giuseppe De Mita ed il consigliere regionale Francesco Borrelli.

Ad aprire la conferenza è stato il Consigliere Tommaso Casillo parlando della costruzione del prolungamento della linea 1 della metropolitana, che partendo da Capodichino, passerebbe per Casoria, collegandosi poi con la stazione dell’alta velocità di Afragola. Casillo ha sottolineato l’importanza dell’intervento dei comuni nei progetti programmati: “…le opportunità che stanno dietro al patto per la Campania e più in generale le opportunità che avranno tutte le città della regione per il ciclo di programmazione 2014/2016, sono importanti a condizione che i comuni siano in grado di saper rispondere a questa sensibilità, considerazione e velocità…”.
Forti le parole della consigliera Ciaramella: “Casoria è oggi una città dove il PIL procapite è di 6.500 €, cosa da paesi in via di sviluppo… l’impegno che oggi prendiamo è di riportare Casoria ai fasti degli anni 70… dobbiamo riportare il lavoro su questo territorio, il lavoro, però non lo porta lo Stato, lo portano le imprese e per fare imprese abbiamo bisogno di infrastrutture. Ecco perché il patto per il sud…”.
Sugli stessi toni anche il Sottosegretario di stato al Ministero della Giustizia Gennaro Migliore, secondo il quale Casoria non è periferia di Napoli ma città metropolitana, che per le sue potenzialità, in particolare la vicinanza a poli infrastrutturali principali, quali aeroporto e stazione, rappresenta l’investimento migliore che si potesse fare.

Sono seguiti gli interventi della Deputata PD Rostan, secondo la quale gli interventi principali sono una sburocratizzazione che favorisca l’investimento nel sud e un incremento delle politiche a favore della legalità; del Deputato Davvero Verdi e del Consigliere Borrelli, che ha proposto al futuro sindaco di Casoria tre iniziative dalle quali dovrebbe passare il rilancio della città, ossia lo sfruttamento del patrimonio religioso per il rilancio del territorio, la bonifica ambientale e la denuncia di chi sversa illegalmente rifiuti in luoghi pubblici e la valorizzazione del CAM, il museo d’arte contemporanea di Casoria; del Deputato PD Impegno, che, augurandosi una cultura della responsabilità, ha evidenziato come l’importanza del patto per il sud passi anche  dall’evidenziazione delle responsabilità e dei meriti nello sfruttamento dei fondi, che troppo spesso in passato sono andati persi; e del Deputato UDC De Mita, che ha augurato un positivo cambiamento del sud tramite una crescita della coscienza sociale e il recupero di un ruolo da parte della politica del territorio.
A conclusione del meeting l’intervento del Governatore De Luca, che dopo un excursus degli impegni realizzati e degli obiettivi e progetti comuni a tutta la Campania, quali ad esempio il programma di viabilità che prevede il rifacimento di quasi tutte le strade della Campania, l’eliminazione delle ecoballe, la realizzazione di impianti di compostaggio, la costruzione di depuratori al fine di rendere balneabile l’intero litorale, la pianificazione di borse di studio e la previsione di trasporti gratuiti per studenti, oltre a sostanziali interventi in campo sanitario, ha parlato dei progetti da realizzare a Casoria: “…abbiamo approvato ieri la delibera con la quale definiamo il finanziamento nell’ambito del piano più Europa per una serie di opere che riguardano Casoria: la risistemazione di piazza Santa Croce, via S.Croce e largo S.Mauro, la biblioteca multimediale, il restauro del fronte esterno della chiesa di S.Maria del Carmine, la sistemazione dell’area tra le due sedi comunali in piazza Cirillo, il finanziamento dell’isola ecologica, la riqualificazione di via Ventotene e delle sue traverse, la riqualificazione del quartiere Arpino, dell’ex area industriale Snaidero, da destinare a centro polifunzionale e ricreativo, per un importo conclusivo di 6 milioni 340 mila euro … la costruzione di svincoli per l’asse mediano… ma, intervento decisivo, è quello che abbiamo deciso di inserire nel patto per la Campania: la realizzazione ex novo della metropolitana che collega l’area nord di Napoli con la stazione centrale e l’alta velocità… 310 milioni di euro … uno degli appalti più grandi del sud Italia!”.

De Luca riconferma, poi vecchi impegni, aggiungendone di nuovi, parla del CAM, il Contemporary art museum di Casoria, della riqualificazione delle ex aree industriali oggi dismesse e dell’impianto di telecamere per la videosorveglianza cittadina. Pare insomma che ci aspetti un rilancio, d’altronde il momento per Casoria appare propizio potendo contare su un’importante rappresentanza politica ed istituzionale, Casillo, Ciaramella e il viceministro Migliore sono, infatti, tutti casoriani.