Home Casoria Casoria Calcio, la favola finita troppo in fretta

Casoria Calcio, la favola finita troppo in fretta

251
0

stadio-san-mauroIl gruppo di supporter cittadino lancia un nuovo progetto per la rinascita della squadra viola.

Era il 1979 quando dall’incontro di Guido Madonna e Bruno Tintori nasceva una nuova realtà calcistica: il Casoria Calcio.

Erano i primi anni ottanta quando quella giovane realtà faceva sognare i tifosi viola. Gli anni delle 16 partite da imbattuti allo Stadio San Mauro, gli anni del maestro Lojacono e dei vari Zica, Masoni, Loffredo, De Simone, per citarne alcuni. Purtroppo quella favola finisce troppo presto. Era il 1993 quando il Casoria fallisce e non verrà più iscritta a nessuna competizione. Una storia durata appena 14 anni ma che ancora oggi è impressa nella mente di tutti i tifosi casoriani.

Oggi quel Casoria non esiste più e quello stadio che aveva fatto sognare e sperare è solo un vecchio parente dei tempi d’oro. Per anni si è parlato, discusso, ipotizzato, riempito intere pagine di giornale sul recupero dello stadio e della rinascita di quella vecchia squadra. Le amministrazioni susseguitesi negli anni hanno fatto poco o nulla per la risoluzione di tale problema. Eppure la questione stadio e squadra sono stati punti fermi di molte campagne elettorali, speculando sul sogno e la passione dei casoriani. Negli ultimi mesi c’è stata la riapertura parziale dell’impianto, permettendo ai cittadini di fare jogging.

Per quanto riguarda i lavori dello stadio e del Casoria Calcio, la situazione rimane immobile. In questi giorni noi de ”Il giornale di Casoria” abbiamo incontrato alcuni membri del gruppo “Ultras Boys Casoria“, tra cui Alberto Spaventa che ci ha raccontato lo stato attuale delle cose. “Fino a poco tempo fa la situazione era ferma, ora stiamo cercando di costruire le fondamenta per questa squadra. Innanzitutto apriremo un conto corrente pubblico a cui tutti possono contribuire versando del denaro che sarà investito in un eventuale squadra. Già dalla scorsa settimana stiamo prendendo contatti con tutti gli imprenditori locali per capire coloro che hanno voglia di sposare il nostro progetto. Inoltre, grazie all’aiuto di alcuni avvocati stiamo cercando di approfondire la questione dello stadio, e mi riferisco all’agibilità, all’avvio dei lavori, visto che ancora oggi non siamo in grado di affermare se ci saranno o meno. Intanto abbiamo preso contatti con alcuni impianti sportivi della provincia che potrebbero ospitarci. Se riuscissimo entro la fine del prossimo mese a trovare imprenditori a Settembre potrebbe già cambiare qualcosa.”

Il supporter conclude con un appello ai cittadini casoriani. “Vorrei chiedere il massimo sostengo a tutti i casoriani: interessatevi, parliamone al nostro vicino di casa, agli amici, cerchiamo di coinvolgere quante più persone possibili. Solo unendo le nostre forze possiamo riportare il calcio nella nostra città”.

Articolo precedenteCrateri e laghetti artificiali: “Welcome to Sant’Antimo”
Articolo successivoNella splendida cornice di Villa Favorita di Ercolano vince una scuola di moda di Casoria
Vive a Casoria, laureato in culture digitali e della comunicazione. Gli studi in comunicazione lo avvicinano al giornalismo e da aprile del 2013 collabora per “Il Giornale di Casoria”. Amante della lettura, in particolar modo tutto quello che riguarda Stephen King. Appassionato di calcio e F1, negli ultimi anni si è avvicinato al mondo del pugilato.