10735865_10152613931274069_373973474_nA Casavatore si affrontano due squadre che attraversano un momento difficile. Il Volla si presenta con il nuovo mister, Vincenzo De Falco, subentrato in settimana, proprio come avvenuto dopo la 5^ giornata per Vincenzo Fiorito, allenatore viola.  Il Casoria è in formazione rimaneggiata, non potendo disporre, tra glia altri, di Ranieri squalificato e Russo infortunato. Parte con il piglio giusto la squadra di casa, rendendosi subito pericolosa dalle parti di Paparo. Sul primo calcio d’angolo, parapiglia in area e l’arbitro vede una trattenuta su Capogrosso e concede il rigore. Dal dischetto Rossi sigla con freddezza il vantaggio battendo due volte Paparo (prima esecuzione fatta ripetere dall’arbitro). È subito 1-0.
Il Volla non ci sta e al 9’ impensierisce il portiere viola con il tentativo di Licciardi, alto sulla traversa. Dopo una fase di studio, si riporta avanti il Volla che prima prova ad impegnare De Rosa con Folliero e De Martino e poi, al 28’ con un bel tiro di sinistro di Licciardi ma De Rosa è lesto a mettere in calcio d’angolo. Proprio nel momento migliore del Volla, arriva il gol del Casoria. Quando siamo alla mezz’ora Di Perna si procura un calcio d’angolo. Dalla battuta Danilo Rossi chiama lo schema, si avventa Capogrosso ma l’intervento di D’Amato è provvidenziale. Sul calcio d’angolo successivo, lo schema provato in precedenza funziona a meraviglia. Il lancio di Rossi trova prontissimo Di Perna che di destro firma il raddoppio.
Il Casoria non ha nemmeno il tempo di godersi il doppio vantaggio che gli ospiti accorciano le distanze dopo due minuti con una pregevolissima azione, tutta di prima. Lancio dalla trequarti, sponda di petto di Licciardi per Folliero che trafigge De Rosa. È 2-1, risultato con cui si va negli spogliatoi.
Anche nella ripresa i viola partono meglio. Al 5’ è Brando ad affacciarsi nell’area avversaria, ma il suo tentativo è alto. Passa un minuto e Di Perna si procura e calcia una punizione dai 30 metri: conclusione debole. Un ispiratissimo Rossi lancia Di Perna al 55’, il numero 7 viole sbuca alle spalle della difesa, sfodera un potente sinistro al volo ma è provvidenziale l’intervento di Paparo. Passano i minuti e il Volla inizia a diventare padrona del campo, con i viola in affanno. Ed infatti, al quarto d’ora, arriva il pari degli ospiti. E’ ancora la staffetta Folliero – Licciardi, stavolta a parti inverse, a realizzare la rete per i biancoazzurri. Punizione battuta da Folliero dalla destra, palla che arriva in area di rigore e Licciardi, indisturbato, è libero di saltare di testa per la rete del 2-2.
Fiorito cerca di dare la scossa e manda in campo De Stefano e D’Antò. Il cambio, però, non giova ai viola. Anzi, al 22’ si concretizza la rimonta del Volla con Fantini. Il Casoria accusa il colpo, ed in netto calo fisico e mentale costringe De Rosa agli straordinari. Ancora un cambio per i viola alla mezz’ora del secondo tempo. Fuori Di Perna, dentro Angiolino. E quando la squadra di casa sembra reagire, entra in scena l’arbitro Esposito, che condiziona clamorosamente la partita. Siamo al 32’ quando Danilo Rossi subisce un brutto fallo a centrocampo. Il centrocampista viola è colpevole di un accenno di reazione, nemmeno così evidente, ma per Esposito è espulsione diretta. Scoppiano le proteste in campo, con il capitano vollese De Martino protagonista di un atteggiamento a dir poco scomposto, ma incredibilmente l’arbitro ammonisce Cuomo per proteste: per il centrale casoriano è il secondo giallo e i viola si ritrovano – tutto d’un colpo – in nove contro undici. Sembra che sia calato il sipario sul match, ma il finale non è privo di emozioni. Tra il 43’ e il 45’, l’arbitro Esposito si inventa due ammonizioni a Brando e il Casoria arriva a giocare addirittura in otto! In pieno recupero, Angiolino si invola sulla destra e, liberatosi della marcatura, viene atterrato in area di rigore. Per Esposito non ci sono dubbi, è ancora rigore per il Casoria. Una chance ghiotta, ma De Stefano sciupa tutto.

 

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •