Home Emergenza COVID-19 Casoria: ancora polemiche per la gente in strada

Casoria: ancora polemiche per la gente in strada

57
0

Complice la primavera incombente e le prossime festività pasquali, con la tradizione del giovedì santo che prevede la classica “ zuppa di cozze” si sono scatenate polemiche a non finire in città, tracimate sui social, con foto e post che raccontavano di file alle pescherie cittadine, senza il rispetto delle misure di distanziamento sociale. Diciamo che girando sui gruppi social di altri comuni non è che la situazione sia stata diversa. Quindi, non solo a Casoria si intravede un aumento del flusso di uscite di gente da casa. Segnalazioni ci arrivano anche da Napoli: Rione Alto al Vomero. I controlli ci sono e ci saranno. Ma non è che si può prevedere la presenza di un poliziotto per ogni abitante della nostra città. Il tutto dovrebbe, ma il condizionale è d’obbligo, essere affidato al buon senso dei cittadini che spesso manca. Il Sindaco dal canto suo, ha messo in atto una ulteriore misura di restrizioni, con una ordinanza sindacale che dispone la chiusura degli esercizi commerciali di domenica e nei giorni festivi. Intanto da Arpino ci arriva la segnalazione di un nostro lettore, Massimo Amore che segnala la presenza di gente in strada alla Via Arpino, stamane alle ore 12.00, con persone a prendere il sole sulle panchine , traffico a tutta forza. E così conclude: “ma aspettiamo che i casi aumentano, che sale il picco? Così non usciremo più di casa”. Noi, del Giornale di Casoria così come abbiamo fatto dal primo momento, non possiamo fare altro che ripetere il nostro hastag: #restateacasa#. Manca poco ormai. Il traguardo sta per essere raggiunto. Rilassarsi proprio adesso sarebbe un rimedio peggiore del male!

Articolo precedenteCovid- 19. Casoria: Ordinanza sindacale. Chiusi domenica e giorni festivi gli esercizi commerciali
Articolo successivoCovid-19 – ulteriori 100 militari in Campania
Redazione Il Giornale di Casoria - Il portale di informazione dell'area a Nord di Napoli