Home Casoria Casoria Ambiente attiva l’app per il ciclo dei rifiuti

Casoria Ambiente attiva l’app per il ciclo dei rifiuti

382
0

Casoria ambiente dopo il restyling del proprio sito internet, fa un ulteriore passo in avanti per rendere maggiormente fruibile e di rapido utilizzo i propri servizi creando un applicazione per cellulari utilizzabile in primis, ma non esclusivamente, per la prenotazione del ritiro dei rifiuti ingombranti.

Una volta scaricata sul proprio smartphone l’utente, registrandosi, potrà oltre che effettuare la prenotazione del ritiro, inviare delle segnalazioni, avere un calendario dei giorni e delle zone di conferimento, una Guida al conferimento, un dizionario per sapere come conferire ogni oggetto, oltre a numeri utili e per emergenza covid.

L’applicazione, in quanto tale, è soggetta a continua evoluzione ed ampliamento dei servizi già esistenti.

“L’applicazione rientra in un percorso di digitalizzazione iniziato da alcuni mesi,  che ha visto anche la realizzazione di un nuovo portale più al passo coi tempi. L’app consentirà ai cittadini di consultare il calendario della raccolta differenziata che ha raggiunto il 54%, inviare delle segnalazioni e richiedere il ritiro dei rifiuti ingombranti. Ce la stiamo mettendo tutta ma abbiamo bisogno del contributo dei cittadini per fare effettivamente la differenza. Il lancio dell’app coincide anche con l’avvio della campagna di distribuzione dei kit per la raccolta differenziata in quattro punti della città (due a Casoria e due ad Arpino). Siamo uno dei pochissimi Comuni della zona a nord di Napoli che fornisce ancora le famiglie dei kit, sarà l’occasione per sensibilizzare i cittadini al download dell’applicazione”, ha spiegato Massimo Iodice, amministratore unico di Casoria Ambiente.

L’auspicio è che queste campagne di sensibilizzazione attraverso la digitalizzazione, portino una maggior attenzione all’ambiente, alla cura della pulizia della città e possano creare un canale diretto tra il cittadino, la società e l’amministrazione affinché sinergicamente si possa tutelare e preservare il bene comune.

Articolo precedenteQuattro serate tra cultura e società
Articolo successivoRapina distributore Via Nenni, costa l’arresto ai rapinatori
Ci sono due cose durature che possiamo lasciare in eredità ai nostri figli: le radici e le ali (cit.). Fondiamo le prime con l'educazione ed il senso civico , mentre le ali, la speranza di un futuro migliore, si conferiscono con il buon esempio di chi in prima persona si batte per ciò in cui crede. partendo da studi classici ritengo che la scrittura sia un ottimo strumento per farlo.