Home Cultura Casoria. Al Teatro Ateneo va in scena “Ci puoi scommettere”.

Casoria. Al Teatro Ateneo va in scena “Ci puoi scommettere”.

60
0

frammenti d'arteDa poco compiuti i primi sette anni di attività, l’associazione Frammenti d’Arte presenta la compagnia teatrale “Al nome ci stiamo pensando”, che metterà in scena la commedia “Ci puoi scommettere”.
La commedia nasce nello scorso Aprile dalla collaborazione del produttore Gabriele Marchese e del regista Luigi Alessio Adimari. I due giovani talenti uniti dalla passione per il teatro, in poco tempo realizzano il copione della commedia adatta ad un pubblico variegato che abbraccia ogni fascia d’età.
Subito dopo, hanno dato via alle selezioni creando un cast formato, per la maggior parte, da scommesse e da giovani all’esordio in una commedia e alla prima esperienza da palcoscenico. La preparazione di questo progetto ha portato non pochi problemi all’organizzazione, infatti, dopo la rinuncia di alcuni attori chiave, lo stesso Adimari si è ritrovato a ricoprire il ruolo di attore e regista. Nonostante le difficoltà e gli ostacoli trovati lungo il cammino, la compagnia è riuscita ad ultimare il progetto mettendo in scena un analisi ironica su situazioni di vita quotidiana. Infatti, come si legge dal sito di Frammenti d’Arte: “Nel personaggio di Ciro (interpretato da Ciro D’Andrea), infatti, è racchiuso il classico tifoso napoletano, nel quale la maggior parte di noi può immedesimarsi; la sua fede calcistica lo porterà a scommettere un’ingente somma sulla vittoria del Napoli, impegnato in una “facile” partita di Champions, contro una squadra Finlandese, ma proprio su quest’ultima finirà disgraziatamente la puntata, trasformando un’allegra serata tra amici, in una contesa tra fede calcistica e la parsimonia del classico scommettitore”.
La commedia andrà in scena al Teatro Ateneo di Casoria il 18 e il 24 ottobre 2014.

 

Articolo precedenteFederico II. Addio al Prof. Guarino. Pellegrino, consigliere CdA: “Guarino, contributo fondamentale al prestigio del dipartimento di giurisprudenza”.
Articolo successivoCasoria. “Vivi Commercio”: disagi per i residenti.
Vive a Casoria, laureato in culture digitali e della comunicazione. Gli studi in comunicazione lo avvicinano al giornalismo e da aprile del 2013 collabora per “Il Giornale di Casoria”. Amante della lettura, in particolar modo tutto quello che riguarda Stephen King. Appassionato di calcio e F1, negli ultimi anni si è avvicinato al mondo del pugilato.