arrestiDa due settimane si era rintanato in albergo di Casoria, per non finire in prigione, il 64enne Gaetano Bechimanzi, trovato senza vita, come riportato su “Corriere quotidiano.it”. Vittima di un infarto, il Bechimanzi è stato trovato dal personale dell’albergo riverso sul letto in una stanza in perfetto ordine. Subito allertati i carabinieri della compagnia di Casoria diretta dal Capitano Francesco Filippo. Era agli arresti domiciliari e non è chiaro perché per sfuggire all’ordinanza, che tra l’altro era per gli arresti domiciliari,  aveva scelto di rifugiarsi in albergo dove aveva dato un nome falso al momento della registrazione. Probabilmente l’infarto la causa della morte, ma sarà l’autopsia che verrà eseguita dal centro di medicina legale del secondo policlinico, a confermare o svelare quello che al momento sembra un piccolo mistero.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •