Home Senza categoria Case container per ospitare i senzatetto. Una nuova idea di progettazione sociale.

Case container per ospitare i senzatetto. Una nuova idea di progettazione sociale.

266
0

Richardsons-Yard-shipping-container-homesCostruire con container può essere un modo sostenibile di creare strutture solide, ma ora è anche un a filosofia di progettazione sociale. L’anno scorso, il Brighton Housing Trust ha costruito 36 case con container convertiti per ospitare alcuni gruppi di senzatetto della zona. Il progetto compassionevole organizzato da QED Property è frutto di un  desiderio di aiutare chi ha bisogno, a livello locale e di stabilire un modello di progettazione sociale a basso costo e con materiali durevoli.
Le strutture sono state progettate in collaborazione con lo studio di architettura WCEC, e si trovano in un ex cantiere di rottami metallici, denominato Richardson’s Yard. Situato su due lotti, gli edifici hanno un contratto di cinque anni per rimanere sul sito. Un anno dopo la costruzione, lo sviluppo pionieristico è considerato un successo globale, secondo il direttore di QED, Ross Gilbert che ha dichiarato.
In generale le cose sono molto positive. Il programma è stato ben accolto dalla comunità e la soddisfazione dei residenti è alta.”
Inoltre, il direttore sottolinea che il programma è molto più che mettere un tetto sopra la testa di qualcuno. “Un’iniziativa agricola è a buon punto e sarà operativa entro il 2016. Nel mese di settembre, si è svolta la prima manifestazione pick-and-eat, a cui hanno partecipato 11 residenti che chiaramente hanno raccolto una situazione sociale diversa “. Anche se il progetto è stato lodato dalla maggioranza per il suo successo nel corso dell’ultimo anno da quando gli abitanti si sono trasferiti, alcuni inconvenienti per la costruzione di container sono venuti alla luce. Alcuni dei residenti della comunità di Richardson’s Yard hanno espresso preoccupazioni per gli elevati costi di riscaldamento della loro unità durante il periodo invernale.
Gilbert ha spiegato che la questione è in fase di revisione, stanno infatti raccogliendo i dati sul consumo di energia, temperatura e umidità interna ed esterna, così come i livelli di CO2 interni per determinare i livelli di ventilazione, che contribuiranno informare il dibattito su questo tipo di abitazioni Il progetto continua a crescere e nove case sono attualmente in fase di installazione per uffici e strutture comunitarie.

Articolo precedenteCasoria. Presentazione del libro “Il Cancro della Corruzione”. Un’insolita presentazione di un libro.
Articolo successivoCasoria. Il 7 novembre concerto degli “Estri Armonici” nel Santuario di San Benedetto
Studente di scienze della comunicazione e giornalista free lance/blogger, mi occupo di politica, ambiente e tecnologia. L'open source e l' e-learning sono le mie aree di specializzazione, infatti ho finanziato tramite crowdfunding e costruito una stampante 3D e produco video corsi.