Home Area Nord di Napoli Casavatore. Al neo sindaco il compito di ripristinare l’incrocio

Casavatore. Al neo sindaco il compito di ripristinare l’incrocio

147
0

4 scavalcaDomenica 14, a Casavatore, la competizione elettorale ha conferito la palma della vittoria alla dott.ssa Lorenza Orefice, alla quale non si può che augurare “buon lavoro”, perché c’è davvero tanto da fare per soddisfare i bisogni di questa città, piccola ma con alta densità di popolazione e con tante situazioni paradossali da affrontare.  Ad un’analisi del voto di domenica, appare evidente che dei 15.048 cittadini con diritto di voto, se ne sono presentati alle urne, meno della metà: 7231.  A fronte di 21 schede bianche e 99 schede nulle, 3170 voti sono andati a Silvestri, 4061 a Orefice: ha vinto l’astensionismo. E questi dati richiedono agli amministratori una riflessione ponderata. E’ doveroso anche ricordare le denunce in atto di brogli, di illeciti, d’inquinamento di voto, relative al 31 maggio, su cui indagherà la magistratura. Una delle questioni più sentite da affrontare e risolvere è sicuramente quella dell’incrocio “cancellato”.  Dopo la fiaccolata del 4 maggio, che ha visto uomini e donne di tutte le età e di tutti i credi politici manifestare dissenso e indignazione per la drammatica situazione, lentamente, anche testate giornalistiche nazionali, chi scopiazzando, chi constatando di persona, hanno dato notizia della vicenda, ma, è indubbio, che solo chi vive qui, sa quanto è grande il disagio per un paese spaccato in due, che non ha neppure un proprio autobus, cui possano fare riferimento studenti e lavoratori: o si usa l’auto o si resta incarcerati! Incredibile ma vero! Anche Rai 3, il 12 maggio, a “Buongiorno Regione” ha evidenziato la paradossale situazione; De Magistris pare ne sia a conoscenza, sollecitato anche dal dott. Lucchese, a più riprese e dagli aspiranti al ruolo di primo cittadino. Addirittura il Senatore Puglia dei pentastellati, dopo aver constatato di persona, ha presentato un’interpellanza al parlamento! C’è ansia per coloro che continuano imperterriti a rischiare la pelle, qualche giorno fa una signora è caduta mentre scavalcava il guard rail e per poco non è finita sotto un’auto. “Il problema va risolto, caro sindaco, – affermano i cittadini –  prima che ci scappi il morto!”.

Articolo precedente“Buon compleanno Poeta”: A San Domenico Maggiore si festeggia Dante Alighieri
Articolo successivoSant’Antimo. Controlli sul territorio, diverse le sanzioni
Docente di Humanae Litterae. Pluriabilitata, plurispecializzata nel settore dell’handicap e nei linguaggi non verbali, formatrice di docenti con ex Provv. studi di Napoli e Caserta, con l’Università di Tor Vergata e con la Federico II, giornalista pubblicista, autrice e curatrice di pubblicazioni non venali, già vicepresidente 29° Distretto Scolastico, Volontaria del Soccorso del CLNN-CRI, ha fondato l’Associazione culturale “Clarae Musae”, di cui è presidente allo scopo di continuare a promuovere cultura. E’ componente-giurie di certamina latino-greci e premi letterari; attualmente è anche Presidente dell’Associazione ex alunni del liceo Garibaldi.