Home Cronaca & Attualità Casalnuovo. Il Comune da il via libera al progetto per l’assistenza ai...

Casalnuovo. Il Comune da il via libera al progetto per l’assistenza ai disabili

83
0

comune di casalnuovoDall’Amministrazione comunale di Casalnuovo guidata dal sindaco Massimo Pelliccia, arriva il via libera al finanziare il progetto ministeriale sul prestare assistenza ai diversamente abili. Nello specifico, si tratterà di assistenza domiciliare, scolastica, contributo al trasporto e assegni di cura. Attraverso questa iniziativa si cercherà di includere chi ha evidenti difficoltà fisiche nel sociale, senza abbandonarli tristemente come sovente accade oggi. Lo scopo è quello di collocare i disabili allo stesso piano degli altri cittadini nell’ambito della tutela dei propri diritti, nel poter scegliere liberamente come, dove e con chi vivere, chi assumere per i propri bisogni specifici e come disporre delle proprie risorse economiche. Il progetto in questione passa sotto il nome di “Pro.v.i.amoci”, che comprende molteplici iniziative a sostegno dei disabili, come per esempio il servizio di assistenza domiciliare e di assistenza scolastica specialistica, i contributi per il trasporto dei disabili presso i centri di riabilitazione e gli assegni di cura che il comune di Casalnuovo garantisce ai cittadini. Parte del denaro che è stato riservato per finanziare il progetto, sarà destinato a forme d’intervento propedeutiche all’abitare autonomamente in gruppi di appartamento e saranno monitorate dall’ufficio di piano che si occuperà di integrare i disabili quanto prima nel tessuto sociale. In merito a questa grande iniziativa, è intervenuto l’assessore al Bene Comune e al Volontario della giunta Pelliccia, Nicoletta Romano, ecco quanto dichiarato: “Finanziare progetti che arricchiscono l’offerta delle politiche sociali è sempre un valore aggiunto. L’intento di questo progetto è quello di erogare ai disabili la possibilità di organizzare al meglio la propria vita, sfruttando appieno il contributo di un assistente personale. In questo modo potremmo garantire la massima indipendenza a coloro che purtroppo convivono perennemente con gravi disabilità motorie. L’opportunità che noi offriamo, è proprio quella di coinvolgere il disabile nel progetto! Sarà egli stesso infatti a scegliere l’assistenza personale che più si addice alle sue esigenze essenziali, organizzando in quali giorni e orari necessita di mansioni particolari”.

Articolo precedenteCaivano. Sabato in villa comunale spettacoli con i cannoni “sparaneve” e luci d’artista nella cornice dei “Mercatini di Natale”
Articolo successivoCasavatore. Scatta l’arresto per l’uomo che ha sfondato le porte del municipio.
vive a Casoria, 22 anni, laureando in scienze dell'Amministrazione e dell'Organizzazione nella facoltà di Scienze Politiche presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Ha sempre amato scrivere per quanto concerne il calcio, scrivendo già per un giornale online e per “il giornale di Casoria” da novembre 2013 a marzo 2014. Il calcio è una passione che coltiva sin da piccolo.