321643_0_1Un rapinatore che aveva tentato l’ennesimo furto ai danni di alcune coppiette è rimasto ucciso la scorsa notte a Cardito, in Corso Italia, da un colpo partito accidentalmente dalla pistola d’ordinanza di un carabiniere. Antonio Mannalà, questo il nome del rapinatore, giovane 27enne residente di Afragola. In base a una prima ricostruzione dei fatti, riportata dall’Ansa, Mannalà sarebbe stato raggiunto alla schiena da un colpo di pistola sparato da un carabiniere che dopo averlo inseguito gli aveva intimato di fermarsi e mettersi sdraiato, con la faccia a terra. Secondo la versione fornita dalla stessa Arma dei carabinieri il colpo mortale sarebbe partito accidentalmente dalla pistola d’ordinanza del militare, ma come sia potuto accadere in dettaglio non viene spiegato. Mannalà era già noto alle forze dell’ordine per violazione della legge sugli stupefacenti, contrabbando di sigarette ed evasione dagli arresti domiciliari. La procura della Repubblica di Napoli Nord ha aperto un fascicolo sul delitto.

Condividi su
  • 5
  •  
  •  
  •  
  •