15820959_10206153712000612_148827953_o-2“L’utilizzo dei botti per festeggiare l’arrivo del nuovo anno lascia sempre una scia di feriti e a volte vittime, gli incidenti più gravi derivano quasi sempre dall’uso sconsiderato di prodotti illegali” è l’incipit dei consigli della Polizia dello Stato per evitare la consueta carneficina del Capodanno italiano pubblicato sul sito del corpo. Da giorni procedono infatti maxi sequestri di botti illegali in tutta Italia;1000 i botti recuperati a Milano, 1500 kg di materiale esplosivo sequestrato a Catania, 1000 kg di fuochi d’artificio illegali trovati a Roma; è tuttavia ancora una volta Napoli il mercato nero più fiorente dei fuochi d’artificio. Nonostante i controlli serrati nei giorni scorsi i carabinieri del comando provinciale hanno scoperto e sequestrato nella giornata di ieri tre quintali e mezzo di fuochi d’artificio illegali nascosti in un banco della frutta. Contrastare la vendita illegale dei botti in una città come Napoli non è un’impresa facile eppure fortemente necessaria; la detenzione di materiale esplosivo fabbricato artigianalmente e senza i dovuti controlli significa potenziale pericolo di incendio e il suo utilizzo da parte dei cittadini gravemente rischioso.

 

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •