Home Cronaca & Attualità Cantieri di Arpino: PIU-Europa, tra riqualificazione ambientale e urbana

Cantieri di Arpino: PIU-Europa, tra riqualificazione ambientale e urbana

165
0

collageRipresi, dopo la pausa estiva, i lavori di riqualificazione avviati tre mesi fa in Via Ventotene. Un’opera di straordinaria amministrazione urgeva per le condizioni di vivibilità del territorio.
Un intervento necessario per far fronte allo sviluppo residenziale e commerciale. A ridosso della circumvallazione, infatti, negli ultimi anni sono sorte attività commerciali, alberghiere, ma soprattutto numerose abitazioni. Tuttavia, all’aumento dei servizi e della densità demografica di questa zona periferica dell’esteso territorio casoriano non ha fatto proporzionalmente seguito un adeguamento della rete fognaria, dell’impianto d’illuminazione, della segnaletica e di aree e strumenti pedonali inidonei.
Accadeva così che, in presenza delle torrenziali piogge si verificassero situazioni di allagamento alle quali seguiva l’impraticabilità della strada stessa,  che finiva per influire negativamente sulla viabilità di Via Nazionale delle Puglie.
Nell’attuazione del progetto Riqualificazione ambientale ed urbana rientrano oltre alla strada principale, le sue traverse ed hanno ad oggetto: il rifacimento del manto stradale; l’adeguamento del sistema fognario al fine di garantire migliori condizioni igienico-sanitarie e non ultima la realizzazione dei marciapiedi, di cui la zona risultava completamente sprovvista.
I lavori, la cui realizzazione dovrà essere ultimata entro il 31 dicembre 2016, come si evince dalla voce termine di esecuzione nel bando di gara,  sono stati resi possibili grazie all’adesione del comune al programma PIU-Europa.
Nell’accordo che reca le firme del Commissario Prefettizio Silvana Riccio e del Presidente della Regione sono stati destinati al nostro territorio ben 15 milioni di euro, di cui circa un milione e trecentomila euro destinati per questo progetto nella frazione di Arpino.
Un conto alla rovescia, dunque, quello dei cantieri aperti nella città di Casoria.
Già nella visita alla città, lo scorso maggio, il Governatore De Luca ebbe modo di sottolineare la celerità con la quale vanno eseguiti gli interventi finanziati dall’Europa, rammaricandosi per le tante opportunità perse a causa non solo della lentezza esecutiva, ma prima ancora di quella procedurale.

 

Articolo precedenteCasoria. La tecnologia corre in aiuto dei vigili urbani.
Articolo successivoMade in Sud e Caivano Music Contest protagonisti di #venerdìopaesmì
Ho 25 anni. Ho conseguito la laurea in Giurisprudenza nel 2014 presso la Luiss. Ad oggi proseguo i miei studi con determinazione sperando di poter esercitare la professione notarile. Conoscere la realtà dei fatti, fare informazione e impegnarmi nel sociale sono le passioni che mi permettono di formarmi personalmente, prima che professionalmente. "Esiste un solo bene, la conoscenza, e un solo male, l'ignoranza".