Home Area Nord di Napoli Caivano. Va in scena il musical “Don Peppe Diana – per non...

Caivano. Va in scena il musical “Don Peppe Diana – per non dimenticare”

162
0

don peppe diana(Mariano Gargiulo) Domenica 14 dicembre 2014, alle ore 20.30, presso il Teatro Caivano Arte in Caivano (NA), andrà in scena il musical “Don Peppe Diana – Per non dimenticare” di Giuseppe Capoluongo, liberamente tratto dal libro “Amo il mio popolo e non tacerò”. Nella Compagnia il giovane cantante – musicista aversano Federico Di Napoli. Intervistiamo il giovane cantante – musicista aversano Federico Di Napoli, che oggi in esclusiva, ci darà delle anticipazioni sul nuovo musical Don Peppe Diana –

Federico come sei entrato a far parte della Compagnia del nuovo musical ispirato alla figura di Don Peppe Diana?
Ho dovuto affrontare dei provini, come giusto che sia, mi chiesero di interpretare dei brani per poter verificare le mie capacità e qualità canore, così feci dal vivo e a cappella. Avendo, inoltre, un mio canale YouTube mostrai loro, alcuni video di mie esibizioni. Passò un po’ di tempo e poi mi venne comunicato che aveva superato il provino e faceva parte del casting.

Quale ruolo interpreti nel musical e in quali brani dovrai esibirti?
Interpreto uno dei ragazzi che frequentava la parrocchia di Don Peppe Diana. Dovrò esibirmi con Jamme ja, comme facce senza e te e Nu napulitano, più canzoni di gruppo. Le musiche sono di Nino D’Angelo e Gigi Finizio, con un cast stellare. È stata un’esperienza indimenticabile, tanti ragazzi, bambini e adulti che condividono la stessa passione. Io, poi, tanti anni fa facevo già musical da bambino ed è stato un po’ come rivivere quelle emozioni. Ho fatto musical per quattro anni, da bambino dai 9 ai 13 anni. Sempre associati pero al canto che è il mio primo e unico obiettivo.

Sappiamo che oltre alle esperienze con i musical, tu hai partecipato anche a dei talent show canori?
Talent vocal selection, è stata un’esperienza che mi ha fortificato, ho raggiunto le semifinali su migliaia di ragazzi, anche se alcune cose non mi son piaciute lì dentro, è stata una bella esperienza che porterò sempre con me. Ho, inoltre, partecipato a delle trasmissioni televisive con tema musicale.

Qual è il tuo obiettivo finale, il tuo traguardo, a cosa punti?
Proverò fino alla fine a sconfiggere il muro delle ingiustizie che ci sono in Italia in questo mondo. Voglio la soddisfazione di farcela, di riempire palazzetti solo con le mie forze. Voglio sperare ancora che la meritocrazia in Italia esista ancora. Punto a San Siro. Vi invito a venire al Teatro, sarà uno spettacolo di grande livello.

Articolo precedenteDimissioni Capo dello Stato: ancora incertezze sulla data. Per il dopo-Napolitano serve una figura che tenga unito il Paese.
Articolo successivoLa fotografia da matrimonio: l’importanza di immortalare un “Si”
Redazione Il Giornale di Casoria - Il portale di informazione dell'area a Nord di Napoli