Home Politica Caivano. Si apre il dibattito sull’area mercato

Caivano. Si apre il dibattito sull’area mercato

443
0

perrottacarminiaLa questione relativa all’area mercato di via Rosselli ha acceso il dibattito politico. L’opposizione a marzo 2016 si accorge che il Comune è stato multato nel 2015 per non aver ottemperato in quell’area alle prescrizioni dell’Asl. E cerca di mettere sott’accusa, quasi un anno dopo, il sindaco Simone Monopoli. Il centrosinistra, però, colleziona una “gaffe”. Dimentica la tempistica del procedimento che dimostra un dato inequivocabile: le inadempienze riguardano le precedenti amministrazioni. La multa è stata notificata al sindaco Monopoli appena è entrato in carica nonostante abbia messo mano alla riqualificazione dell’area mercato di via Rosselli per recuperare i ritardi ereditati.

Entriamo nei dettagli. Il primo sopralluogo dell’Asl è datato 23 febbraio 2015 ed il Comune era commissariato. In quel sopralluogo l’Asl certifica delle prescrizioni e inadempienze che riguardavano gli anni in cui al governo c’era il centrosinistra. Il 4 marzo 2015 l’Asl effettua un altro sopralluogo e Monopoli al Comune non era ancora arrivato. Nulla di fatto. Fino al 23 novembre 2011 quando scatta la multa notificata al nuovo sindaco insediato da circa 4 mesi. La legalità si pratica e non si predica. E la differenza tra il vecchio e il nuovo corso emerge in tutta la sua evidenza anche su questo argomento. Infatti, rispetto alle inadempienze e all’incuranza che ha caratterizzato le precedenti gestioni amministrative, il sindaco ha messo immediatamente mano alle prescrizioni messe su carta dall’Azienda sanitaria locale. La quale ha contestato, in linee generali, la mancata suddivisione nella zona mercato tra operatori alimentari e non, nonché la mancanza di adeguati servizi igienici. In passato nessun ha mai mosso un dito. Invece il primo cittadino Simone Monopoli ha scritto immediatamente ai responsabili dei settori competenti, Attività produttive e Lavori pubblici, al fine di risolvere la tematica ed ottemperare alle disposizioni dell’Asl. Nel frattempo, nell’ambito della riorganizzazione dei settori comunali, sempre Monopoli nomina un nuovo responsabile alle Attività produttive. Angelo Peluso sostituisce Nicomede De Lucia. Peluso si mobilita immediatamente mettendo su carta una nuova “piantina” dell’area mercato garantendo innanzitutto la suddivisione degli operatori commerciali rispettando le tipologie della merce in vendita e successivamente, previo sopralluogo effettuale presso l’area di via Rosselli, il responsabile delle Attività produttive indica al collega che si occupa dei Lavori Pubblici, Stefano Lanna, la zona di intervento tecnico destinata alla realizzazione dei servizi igienici. Appena si esaurisce l’iter burocratico con la realizzazione degli interventi predisposti, arriverà la dichiarazione di ultimazione dei lavori da parte dell’ingegnere Lanna e la nuova pianta organica del mercato potrà entrare in funzione risolvendo un altro problema storico che nessuno ha mai affrontato con serietà e risolto.

Inoltre, il tema della riorganizzazione dell’area mercato di via Rosselli è stato affrontato anche in diverse sedute delle commissioni consiliari, in particolare la VII, dedicata alle Attività produttive, presieduta dalla consigliera e avvocato Carminia Perrotta. Riunioni servite ad elaborare una serie di indirizzi forniti ai dirigenti competenti, dall’istituzione dei cassettoni per la raccolta differenziata fino alla realizzazione dei servizi igienici, recepiti dai responsabili di settore.

Il sindaco Simone Monopoli bacchetta le opposizioni. “Sono a corto di argomenti – dichiara il sindaco – tant’è che per tentare di alzare un polverone inesistente sono stati costretti a ricorrere ad una multa dell’anno scorso arrivata al sottoscritto per inadempienze commesse dalle passate amministrazioni. Le date e i fatti sono chiari. Ci siamo immediatamente mobilitati per affrontare l’emergenza dell’area mercatale abbandonata da troppi anni nella totale anarchia ed in pessime condizioni igieniche, in spregio alle norme. E’ tutto pronto: la nuova piantina che suddivide gli operatori commerciali rispetto alla tipologia ed è in drittura di arrivo l’iter burocratico per realizzare nuovi e moderni servizi igienici. Qualcuno dimentica che siamo in carica da circa nove mesi: al primo bilancio del nuovo corso presenteremo anche i primi risultati sull’area mercato. Smentendo coi fatti le polemiche sterili e senza fondamento, dimostrando chiaramente la differenza tra il menefreghismo di ieri e l’efficienza di oggi”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il presidente della VII commissione consiliare, Attività produttive, Carminia Perrotta: “Come si evince facilmente dagli incartamenti e dalle date dei sopralluoghi – dichiara Perrotta – risulta chiaramente che abbiamo ereditato anche sull’area mercatale una situazione senza regole ed immediatamente ci siamo mobilitati per renderla perfetta sul piano igienico-sanitario, sul piano dell’organizzazione e dei servizi. Abbiamo affrontato l’argomento anche durante una commissione congiunta con quella dedicata ai Lavori pubblici ed appena l’iter burocratico messo in moto dai responsabili dei settori arriverà a termine, tutti potranno toccare con mano i risultati del nostro lavoro: finalmente ci sarà una suddivisione degli operatori commerciali così come dispone la legge, i cittadini avranno a disposizione dei servizi igienici moderni e funzionali e l’area sarà attrezzata per la raccolta differenziata. Ecco perché trovo le polemiche della minoranza tardive, fuori luogo e per di più hanno sbagliato bersaglio. Polemiche incomprensibili visto che in commissione lavorano insieme a noi e sanno bene cosa è stato messo in campo. Polemizzare su quella multa penso sia un boomerang perché quella sanzione certifica il malgoverno del passato”.