Home Casoria Buona Pasqua ai nostri lettori

Buona Pasqua ai nostri lettori

82
0

La Pasqua è una festa cattolica che vuole celebrare la resurrezione intesa come liberazione da tutto ciò che opprime il nostro cuore. Il ritorno alla vita dopo la morte come il risveglio dopo il sonno. E’ comune a tutte le religioni, la speranza della vita oltre i limiti temporali del corpo. L’augurio quindi che facciamo ai nostri lettori che aumentano sempre di più è proprio quello di poter vivere una “resurrezione” dei cuori  liberati per quanto possibile dai mille affanni della vita quotidiana. Lo stesso augurio formuliamo alla nostra città: Casoria! Una città attanagliata dai soliti problemi di vivibilità che sono gli stessi di un anno fa e di dieci anni fa. La narrazione delle vicende umane, sociali e politiche cittadine sembrano un ripetersi di quei corsi e ricorsi storici di cui scriveva Giambattista Vico. Il termometro della situazione in città lo registriamo dalle lamentele dei cittadini che ci arrivano tramite la rubrica che abbiamo creato per loro: la parola ai cittadini. Disagi quotidiani vissuti e raccontati dai protagonisti del fatto, rappresentati immediatamente alle autorità competenti senza timore e timori di disturbare il “manovratore”. Questo è l’unico tipo di giornalismo che conosciamo e che sappiamo fare. I riscontri arrivano. Il report delle prestazioni del portale nel mese di marzo presenta numeri davvero eccezionali che dimostrano la crescita esponenziale del giornale. Di questo siamo lieti. Di ciò ringraziamo i nostri tantissimi lettori, sempre in aumento. Ci seguono anche i casoriani all’estero. Da tutt’Europa. Ed anche oltre. Buone e serena Pasqua alla nobile Terra di Casoria. Buona e serena Pasqua ai nostri lettori ed alle loro famiglie. Mi raccomando: non perdiamoci di vista!

Articolo precedenteInaugurazione del monolite dedicato a Totò. Festa e qualche polemica per la chiusura del pronto soccorso del San Gennaro.
Articolo successivoNapoli 3-0 Udinese: gli azzurri avvicinano la Roma che ora dista solo due punti
Giurista di professione, giornalista per passione. Iscritto all'Albo dei giornalisti della Campania, elenco pubblicisti dal 1982. Pratica con Il Mattino di Napoli. Direttore del settimanale Casoriadue per ben otto anni. Fondatore, insieme all'Editore Carlo De Vita del Giornale di Casoria nel 2010. Appassionato e cultore di storia locale. Ama la lettura."Chi è analfabeta, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria; chi legge avrà vissuto 5000 anni: c'era quando Abele uccise Caino, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l'infinito… perché la lettura è un'immortalità all'indietro". Umberto Eco.