Home Sport Buona la prima contro il Salisburgo, il Napoli con un piede nei...

Buona la prima contro il Salisburgo, il Napoli con un piede nei quarti di Europa League

140
0
Per la partita di andata degli ottavi di Europa League, unica competizione ancora a disposizione degli uomini di Ancelotti e obiettivo vero per salvare la stagione, il tecnico emiliano manda in campo  Meret; Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Allan, Fabian Ruiz, Zielinski a cui subentra Diawara al 21′ del secondo tempo, Milik con Ounas che prende il suo posto al 36′ della ripresa e Mertens che fa staffetta con Insigne nell’ultimo quarto d’ora. Una squadra che è stata capace di imporre subito il suo gioco, contro una formazione, il Salisburgo, giovane e talentuosa che aveva dimostrato grande solidità e capacità nei gironi e nei sedicesimi. Il 3-0 finale è una risposta alle critiche e la dimostrazione che l’obiettivo Europa League è cosa seria. Il ritorno, nella città di Mozart, sarà quasi una formalità, anche se nel calcio mai dire mai.
Gran bella gara, con Il Napoli che ha giocato bene, contro una squadra che gioca bene e quando si affrontano due squadre così il divertimento è assicurato. Il Napoli quasi perfetto dal centrocampo in su ma con qualche svarione difensivo, l’assenza di Albiol è sempre pesante, anche se Maksimovic a parte qualche amnesia non demerita. Fabian Ruiz, sempre più padrone del centrocampo e Zielinski in splendida forma rendono agevole il lavoro di Mertens e Milik. Belli i tre gol, con Milik che apre le danze, scartando anche il portiere, Fabian Ruiz con un tiro al volo dal limite dell’area e il tre a zero che forse chiude definitivamente i giochi e la pratica ottavi, arriva su autorete, quando Onguenè in tuffo supera il proprio portiere. Meret compie un paio di interventi importanti che rendono il ritorno più spensierato, anche se mette pensiero la doppia squalifica dei centrali che costringerà Ancelotti a schierare l’inedita coppia Chiriches-Luperto.
La squadra austriaca, prova a produrre lo sforzo maggiore nel finale e Schlager calcia fuori l’ultimo pallone del match facendo tirare un sospiro di sollievo ad Ancelotti che può contare su un buon bottino in vista del ritorno.
Articolo precedenteEssere Altrove. I viaggi di Giovanni e Anna: FRANCIA Oradour sur Glane, i fantasmi della guerra  
Articolo successivoCasoria calcio: Parzialmente accolto il ricorso contro le squalifiche di Amorosetti e Cristarelli
Raccontare quello che accade senza dare giudizi, senza cedere alle pressioni, probabilmente non è il giornalismo dei giorni nostri, ma è sicuramente dare il giusto servizio ai lettori. Vive a Casoria, scrive, fotografa, sogna.