Home Sport Bonus sport, ecco come richiederlo

Bonus sport, ecco come richiederlo

173
0

Casoria beneficerà del “Bonus Sport 2023”. 

L’avvio delle procedure di rito è stato comunicato dai canali ufficiali di comunicazione del sindaco Raffaele Bene e del comune di Casoria. Il “bonus sport”, dedicato alle associazioni sportive, consentirà l’accesso gratuito alle attività nella fascia di età compresa tra i sei ed i quindici anni. Il sostegno allo sport è frutto della manovra finanziaria da 35 miliardi messa a punto dal Governo Meloni. L’esecutivo nazionale ha deciso di attribuire sei milioni di euro a favore del movimento sportivo italiano. Nella bozza della Manovra viene infatti previsto che le risorse per il Fondo unico salgano di due milioni di euro “per ciascuno degli anni 2023, 2024 e 2025”. 

Sicché la Regione Campania, come misura complementare alle attività socio-educative, ha avviato un progetto sperimentale al fine di consentire l’accesso gratuito ad attività sportive ai minori dai sei ai quindici anni che appartengono ai nuclei familiari aventi reddito inferiore o pari a diecimila euro e beneficiari del reddito di cittadinanza. Il progetto riguarda l’accredito anche ai soggetti gestori di corsi e attività sportive operanti sul territorio dell’Ambito Territoriale numero 18 (comuni di Casoria, Arzano e Casavatore). L’obiettivo è la realizzazione di attività qualificate per la formazione nelle diverse discipline sportive. Possono presentare domanda di accreditamento, presso l’ufficio protocollo del comune di Casoria, le associazioni o le società sportive anche dilettantistiche, gli enti di promozione sportiva, e le associazioni benemerite riconosciute dal CONI. Le attività proposte dovrebbero favorire la diffusione della cultura e della pratica sportiva nonché incentivare la socialità tra i singoli individui, in un territorio lacunoso da questo punto di vista.

Al riguardo, abbiamo ritenuto opportuno incontrare Marianna Riccardi, l’assessore alle Politiche Sociali che così si è espressa: <<lo sport è fondamentale per il benessere psicofisico dei bambini e dei ragazzi. Purtroppo, però, oggi rappresenta un lusso. Non tutte le famiglie possono permetterselo. Per questo, siamo molto contenti del “bonus sport”, perché darà l’opportunità alle famiglie meno fortunate di far intraprendere un’attività sportiva ai propri figli. Non solo, sarà di grande aiuto anche per i gestori di impianti sportivi, in grande difficoltà economica, causa covid ed emergenza energetica.>>.

Articolo precedenteAbiti, Uniformi e Decorazioni dell’Ordine di Malta
Articolo successivoCasoria, partita la riqualificazione del Parco dei Pini