benitez 2All’indomani dei rumors trapelati in Spagna dove spingono per Higuain al Barcellona, la dirigenza azzurra già si sta attivando per fissare un incontro con l’attaccante argentino e il suo entourage per discutere del rinnovo contrattuale con adeguamento della clausola rescissoria a 70 milioni di euro. Tutto questo sarà posticipato al termine del mondiale, dove De Laurentiis semmai dovesse cedere sarebbe in stile Cavani-PSG; secondo la stampa inglese in agguato su Higuain non ci sarebbe solo il Barcellona ma anche Chelsea e Arsenal. Intanto De Laurentiis ha annunciato un’amichevole contro il Barcellona stesso con queste parole: “Ho il piacere di annunciarvi che il prossimo 6 agosto a Ginevra giocheremo un’amichevole contro una delle squadra più prestigiose al mondo, il Barcellona. Il Napoli giocherà con i suoi giocatori migliori da Higuain a Hamsik, da Inler a Insigne e da Callejon e Mertens e tutti gli altri.” Proprio il capitano azzurro Hamsik è intervenuto al quotidiano slovacco Pluska rilasciando queste dichiarazioni: “Non ho mai pensato di lasciare Napoli; abbiamo vinto la coppa Italia ma personalmente mi aspettavo di più da me stesso. Ora voglio riprendermi al meglio dopo aver subito il primo infortunio serio della mia carriera.” Nel frattempo Bigon sta trattando col Rubin Kazan la cessione di Britos, ha provveduto a cedere in comproprietà Dezi al Crotone e allo stesso tempo a rinnovare la comproprietà di Jorginho col Verona e di Andujar col Catania; inoltre ha anche risolto le comproprietà di Cigarini ed El Kaddouri, dove il primo è stato ceduto a titolo definitivo all’Atalanta mentre il secondo è stato riscattato dal Torino, ma verosimilmente solo momentaneamente resterà a Napoli. Il Napoli ha scelto lo stadio “Renzo Barbera” di Palermo per le partite in casa del prossimo campionato di serie A; stesso stadio indicato provvisoriamente anche all’Uefa per le partite di Champions League. Dal club si registra una certa preoccupazione per i tempi che si allungano nell’iter per il rinnovo della convenzione col Comune, rischiando di non poter giocare il preliminare di fine agosto al San Paolo. Il Comune partenopeo, intanto, subito ha smentito il tutto comunicando che Il Napoli giocherà a casa sua e che l’amministrazione comunale sta lavorando per questo obiettivo. Il 21 giugno 2013 Benitez diventava ufficialmente il nuovo allenatore del Napoli e a distanza di un anno il tecnico spagnolo ha voluto celebrare l’anniversario con una lettera a cuore aperto indirizzata ai tifosi azzurri: “E’ trascorso giusto un anno da quando dissi che ero orgoglioso di essere giunto in un grande club come il Napoli con la giusta mentalità per crescere; raccontai delle belle sensazioni che ho provato visitando la città e incontrando la sua gente. Mi sono sentito amato fin dal primo momento e con una voglia di dare il massimo per migliorare ogni giorno, attraverso il duro lavoro, impegno, dedizione e sacrificio quello che era già un buon progetto. Proprio oggi ricorre il primo anniversario dalla mia presentazione ufficiale a Castel Volturno come nuovo allenatore della SSC Napoli, e voglio ribadire che tutti quei pensieri e quei sentimenti sono tutt’oggi vivi più che mai. Dopo aver lavorato e vissuto dodici mesi tra di voi, aver conosciuto la vostra città e i suoi scorci, dopo i nostri successi sportivi, come il terzo posto in campionato, la grande figura fatta in Champions League e la vittoria della Coppa Italia (insieme ai progressi organizzativi e strutturali che si continuano ad effettuare), voglio che sappiate che tutto il mio entusiasmo che portavo con me il primo giorno, è rimasto intatto a cospetto del nuovo anno che ci si presenta dinanzi. Manca poco all’inizio, anche se non abbiamo mai smesso, nemmeno un solo giorno, di lavorare, affinare, migliorare … Grazie per il vostro sostegno e il vostro amore. Senza fretta però senza pausa , passo dopo passo… Sempre.”

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •