Home Sport Belgio-Inghilterra finale 3° e 4° posto, Francia-Croazia per la coppa

Belgio-Inghilterra finale 3° e 4° posto, Francia-Croazia per la coppa

327
0

Nel weekend del 14 e 15 luglio, chiude i battenti il mondiale di calcio targato #Russia2018, con la finale 3° e 4° posto tra Belgio e Inghilterra sabato 14 luglio alle 16 e la finalissima tra Francia e Croazia, domenica 15 luglio alle 17. Belgio e Inghilterra si riaffrontano, dopo essersi incontrati ai gironi.

Nella storia dei mondiali, è la prima volta che 2 Nazionali si incontrano nella finale 3° e 4° posto, dopo essersi affrontati ai gironi. In altre circostanze è capitato che dopo i gironi si sono fronteggiati 2 volte in semifinale: nel 1982 Italia-Polonia 0-0 (ai gironi) e Polonia-Italia 0-2 (in semifinale). La seconda volta ai mondiali del 1994.

Brasile-Svezia 1-1 (ai gironi) e Svezia-Brasile 0-1 (in semifinale). Nell’edizione del 1974, ai gironi ci fu Germania Est – Paesi Bassi 1-2 ai gironi e in finale Paesi Bassi – Germania Ovest 1-2. Paesi Bassi uguali, Germania diversa. Allora divisa tra repubblica federale (Germania Ovest) e repubblica democratica (Germania Est).

Stavolta invece ci sarà Belgio-Inghilterra, in palio c’era il primo posto del gruppo ai gironi, ora il terzo posto del mondiale, ovvero la medaglia di bronzo. Ai gironi è finita 1-0 per i belgi, con un gran goal di Januzai ad inizio ripresa. I Tre Leoni sciuparono una clamorosa occasione per pareggiare poco dopo.

Domenica i riflettori saranno puntati a Mosca, sulla finalissima tra Francia-Croazia, le 2 Nazionali si affrontano per la seconda volta in un mondiale. La prima volta fu 20 anni fa in semifinale, quando la Francia era paese ospitante. I transalpini rimontarono lo svantaggio slavo (Suker) con la doppietta di Thuram, vincendo 2-1.

Per la Francia sarà la terza finale di un mondiale nella sua storia, la prima nel 1998 quando vinse in casa per 3-0 contro il Brasile (doppietta di Zidane) e la seconda nel 2006, perdendo ai rigori contro l’Italia a Berlino. Mentre per la Croazia si tratta della prima volta in assoluto, da quando è diventata uno Stato indipendente nel 1991.

Può essere un fattore positivo per la Croazia essere una matricola in finale mondiale. E’ già capitato 3 volte nella storia della competizione, che alla prima finale una Nazionale ha vinto: nel 1966 l’Inghilterra, nel 1998 la Francia e nel 2010 la Spagna. Inghilterra e Francia nel loro caso, erano anche paesi ospitanti.

Una Croazia che rispetto alla Francia, arriva stanca all’appuntamento di domenica, complice i 3 match oltre i 90 minuti disputati agli ottavi con la Danimarca, ai quarti con la Russia e in semifinale con l’Inghilterra. Con quest’ultima sono bastati almeno i supplementari, mentre con Danimarca e Russia addirittura i rigori.

In più la Nazionale di Perisic, Modric e Mandzukic ha giocato mercoledì contro l’Inghilterra, a differenza della Francia che ha giocato martedì col Belgio. Pronostico, condizione fisica  ed esperienza, non giovano a favore della Croazia, la quale comunque dirà la sua per far credere a tutti, di non essere arrivata in finale per caso.

Si sfideranno compagni di squadra nelle squadre di club: Umtiti (Francia) e Rakitic (Croazia) del Barcellona o Varane (Francia) e Modric (Croazia) del Real Madrid  o Griezmann (Francia) e Vrsaljko (Croazia) dell’Atletico Madrid, o Matuidi (Francia) e Mandzukic (Croazia) della Juventus.

Uno tra Varane e Modric può fare il double: Champions League col Real Madrid e mondiale con la propria Nazionale, chi dei 2 riuscirà? Se la Croazia vincesse contro la Francia con Modric eventuale protagonista, verosimilmente si aggiudicherebbe anche il Pallone d’Oro. Secondo mondiale per la Francia o primo per la Croazia?