Nei giorni scorsi la consigliera comunale Elena Vignati del Movimento 5 Stelle, ha pubblicato un post sulla sua pagina facebook mettendo in evidenza l’opportunità persa dal Comune di Casoria, non ammesso al finanziamento destinato alle periferie e allo sport, di un bando nazionale destinato alle comunità locali. ll fondo è finalizzato in particolare alla ricognizione degli impianti sportivi esistenti, alla realizzazione e rigenerazione, al completamento e adeguamento di impianti sportivi destinati all’attività agonistica nazionale. Ecco la dichiarazione della consigliera:”

Elena Vignati: Pubblicata la graduatoria del bando sport e periferie 2018. Il Comune di Casoria come al solito non ha ottenuto un’importante finanziamento di quasi 500.000 euro. Ennesimo fallimento annunciato, segnale che il comune non riesce ad attuare una progettualità tale da intercettare fondi sovracomunali, unico modo che ha per programmare veri e propri risultati per la nostra sfortunata città.

Arrivati a questo punto possiamo solo sperare nel prossimo bando 2020″
ll suddetto bando, pubblicato il 15 novembre 2018 è finalizzato alla selezione di richieste di intervento da finanziare per l’anno 2019 nell’ambito del Fondo Sport e Periferie istituito dal DL 185/2015 con l’obiettivo, tra gli altri, di incrementare la sicurezza urbana attraverso gli investimenti sulle infrastrutture sportive.

Scorrendo la graduatoria del bando, c’è da dire però, che il Comune di Casoria, è in buona compagnia, rispetto al mancato finanziamento. Infatti, anche ad esempio, i Comuni  di Castellammare di Stabia, Ischia, Torre Annunziata, Saviano, Quarto, Somma  Vesuviana ed altri risultano non ammessi al finaziamento, per carenze progettuali.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •