befunky-collageSono molti i cittadini che ogni giorno usano il treno per raggiungere il posto di lavoro o il luogo di studio. I pendolari,  che non abitano nei pressi della stazione, sono costretti ad arrivarci usando l’automobile, specie nelle prime ore mattutine. Oltre, ai già più volte segnalati, problemi sul trasporto, di sovraffollamento, di scioperi e corse saltate, c’è da fare i conti con gli atti criminali e di vandalismo. La segnalazione ci perviene da vari cittadini, ma uno in particolare, che lancia il suo grido d’allarme, stanco della situazione che si perpetua ogni giorno. Ruote forate, vetri rotti, tergicristalli divelti, sono solo alcuni dei danni che ogni giorno i cittadini devono annotare, prima di essere costretti in alcuni casi a far ritorno a casa a piedi come è capitato al cittadino protagonista dell’ultima vicenda che ha fatto scaturire questa segnalazione, che ha trovato per l’ennesima volta, non una ma due ruote forate. Nessuna zona sembra essere al riparo da questi atti vandalici e criminali, succede sia a Via Europa che nei pressi della stazione e nelle vie adiacenti. “Abbiamo bisogno di aiuto, di qualcuno che controlli, di un sistema di videosorveglianza, che possa essere quantomeno da deterrente. Viaggiare per più di 4 ore al giorno per lavoro, non può avere come premio, di trovare l’auto nelle condizioni in cui spesso viene trovata”. Ancora una volta dobbiamo raccogliere un accorato grido d’aiuto, che testimonia come la situazione sia sempre più emergenziale sotto vari punti di vista. Auspichiamo che il giornale possa amplificare queste voci, ed indurre così gli enti competenti a mettere in atto un piano che eviti altri episodi del genere.

 

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •