Home Senza categoria Attentato a Casoria, il sindaco Bene promette maggior sicurezza. Casillo:...

Attentato a Casoria, il sindaco Bene promette maggior sicurezza. Casillo: “inqualificabile vile atto” Graziuso: «Stringiamoci intorno ai commercianti colpiti»

191
0

Casoria questa mattina si è svegliata più fragile e indifesa. Un rovinoso attentato, il cui movente è ancora ignoto, ha parzialmente distrutto la Galleria Marconi, provocando gravi danni alle attività presenti al suo interno. Un colpo al cuore del commercio casoriano, che rischia di mandare al collasso il tessuto economico e sociale della città. Uno shock tremendo, che difficilmente verrà superato dalla popolazione, rimasta traumatizzata dal potente boato che ha squarciato il silenzio della notte. In mattinata sono arrivate le dichiarazioni del primo cittadino Raffaele Bene, che, tramite un post pubblicato sui social network, ha espresso la propria vicinanza ai commercianti colpiti dalla tragedia, puntando il dito senza mezzi termini verso la vigliaccheria della malavita. Lo stesso sindaco ha inoltre promesso il massimo impegno per fare giustizia, garantendo maggior sicurezza e più controlli sul territorio. A distanza di pochi minuti è arrivata anche la dura presa di posizione del leader di Campania Libera Tommaso Casillo, il quale ha denunciato «l’inqualificabile vile atto» avvenuto nella notte. L’ex vicepresidente del consiglio regionale ha poi accusato «le persone senza scrupolo e prive di coscienza morale che hanno procurato terrore e paura ad una comunità già scossa e provata per il Covid», augurandosi che si possa risalire agli autori e comminare loro una pena esemplare. Infine anche il commento del consigliere comunale Alessandro Graziuso, che su Facebook chiede di stringersi intorno ai commercianti del territorio, facendoli sentire in questo periodo la vicinanza di tutta la comunità, promettendo maggiore sicurezza e un ulteriore dispiegamento di forze dell’ordine in città. In attesa di conoscere il movente dietro il terribile gesto, numerose associazioni di categoria hanno manifestato la loro vicinanza ai piccoli imprenditori colpiti, dimostrando di avere a cuore le sorti dei commercianti casoriani. Immediata altresì la partenza sui social di una campagna di solidarietà e sensibilizzazione verso gli esercenti colpiti.

Articolo precedenteGalleria Marconi devastata: Zona nera per Casoria.
Articolo successivoCasoria: dimissioni Ornella Esposito, la scelta di una donna di carattere.
Non penso che tutti i rapporti dei servizi segreti siano scottanti. Alcuni giorni apprendo di più dal New York Times (cit.). Se esiste il diritto di cronaca esisterà anche quello di raccontare, perché un buon giornalista non è quello che scrive, ma quello che parla tacendo.