Home Cronaca & Attualità Assegno unico per le famiglie a chi spetta

Assegno unico per le famiglie a chi spetta

288
0

di Andrea Iadevaia 

L’assegno unico per le famiglie è una misura, all’interno della più ampia riforma del c.d. “Family Act”, volta a riordinare il sistema di misure di sostegno economico per i familiari a carico, ed aiutare le famiglie con un insieme di detrazioni ed incentivi fiscali.

L’assegno unico, è stato inizialmente previsto per il 2021, ma, in attesa dei decreti attuativi, slitterà almeno per i lavoratori dipendenti, al 1 gennaio 2021.

Il nuovo Assegno Universale prevede diverse novità rispetto ai vecchi ANF (Assegni Nucleo Familiare).

Non sarà riservato solo ai lavoratori dipendenti ma anche ad alcune categorie che in precedenza ne erano escluse, come i lavoratori autonomi ed i disoccupati. Per tutte queste categorie prima escluse è stata prevista una misura ponte dal mese di luglio 2021.

Sarà un riconoscimento mensile dell’importo minimo di € 80 per ogni figlio a carico; con una quota fissa ed una variabile, che, proporzionalmente al reddito ed attraverso un sistema di maggiorazioni (es. 2° figlio, genitore minore 21 anni, etc.), potrà arrivare all’importo massimo di € 250 al mese. 

Il nuovo assegno partirà dal 7 mese di gravidanza fino ai 18 anni di età, ed in alcuni casi potrà proseguire fino ai 21 anni.

Esso verrà riconosciuto, nella misura del 50% a ciascun genitore, e non più al solo che ne faccia richiesta come accadeva per gli ANF. 

Si definisce unico perché una volta a regime, dal primo gennaio 2021 andrà a raggruppare una serie di agevolazioni previste dalla normativa come il Bonus Bebè, premio alla nascita, assegni familiari dei comuni etc.