Ieri mattina è stato dimesso dall’ASL Napoli 2 Nord l’ultimo paziente ricoverato per coronavirus. L’uomo, un medico anestesista in servizio al Loreto Mare, era stato ricoverato lo scorso 21 marzo ad Ischia a causa delle complicanze legate al contagio da nuovo coronavirus. Si è trattato di uno dei primi pazienti curati con la cura sperimentale a base di Tocilizumab, salvo poi optare per la somministrazione di plasma iperimmune di pazienti guariti dal Covid19. Il 12 maggio viene nuovamente sottoposto a tampone, questa volta risultato negativo. Tuttavia il quadro clinico non migliora tanto da costringere i medici al trasferimento del paziente presso il reparto di Terapia Intensiva dell’ospedale di Pozzuoli, dove è stato dimesso giovedì scorso dopo quasi 5 mesi di ricovero. Il direttore generale dell’ASL Napoli 2 Nord Antonio d’Amore ha dichiarato a proposito: “Faccio i migliori auguri al collega Giuseppe Ascione e ringrazio tutto il personale che ha saputo prendersi cura di lui, da Ischia a Pozzuoli. Questo episodio testimonia l’ottimo livello di integrazione che si realizza tra i nostri ospedali e le nostre strutture. Si tratta di un lavoro organizzativo che stiamo portando avanti da anni e che sta dandoci grandi risultati assistenziali”.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •