Home Casoria ASCOLTO E SUPPORTO PSICO SOCIALE PER I LAVORATORI DELL’ASLNAPOLI2NORD

ASCOLTO E SUPPORTO PSICO SOCIALE PER I LAVORATORI DELL’ASLNAPOLI2NORD

151
0

Osannati come eroi, bistrattati e aggrediti negli ospedali, i medici, gli infermieri, il personale sanitario tutto durante la pandemia generata dal Covid 19, loro malgrado, sono diventati i protagonisti di storie di solidarietà e umanità in cui hanno anche rischiato o perso la propria vita. Definiti lavoratori in prima linea , secondo gli esperti , possono sperimentare ulteriori fattori di stress a causa del COVID-19, quali:procedure rigorose da seguire ,maggiori esigenze nell’ambiente di lavoro, tra cui lunghi orari di attività, aumento del numero di pazienti e aggiornamento sulle migliori pratiche man mano che le informazioni su COVID-19 si sviluppano,ridotta capacità di utilizzare il supporto psico sociale a motivo dei molteplici compiti da svolgere e stigmatizzazione all’interno della comunità per il timore che possano trasmettere il virus ad amici e familiari.
Questo è probabilmente uno scenario storico unico e senza precedenti per molti lavoratori, messi a dura prova dalla paura del contagio, dalle misure di sicurezza stringenti, dall’incertezza sul futuro. Ciò è alla base di stati di ansia sempre più diffusi. Potrebbe , quindi, risultare utile in tale contesto un iter di sostegno e guida sul piano psicologico, che funga da supporto nel processo di profondo cambiamento che spesso è richiesto agli operatori sanitari. Ecco allora che l’azienda – per la sfera lavorativa – e le professionalità mediche, in particolare quella della psicologia – per la sfera psico sociale- costituiscono una valida tutela della persona, nella sua duplice figura di lavoratore e cittadino.
Alla luce di quanto suddetto è stato attivato sul nostro territorio il Supporto Psico Sociale per tutti i lavoratori dell’ASLNAPOLI2NORD, costituito da:
• Supporto Telefonico a chiamata diretta al lavoratore in isolamento domiciliare per positività al Sars-Cov-2: Supporto psicosociale ai lavoratori ASL in isolamento domiciliare che vengono segnalati dai medici competenti. Si offre un pacchetto minimo di chiamate telefoniche, implementate in base al triage psicologico effettuato, con supporto psicologico, interventi psicoeducativi e tecniche di scarico emotivo.
• Sportello d’Ascolto con Colloqui Psicologici Individuali al personale: per il supporto psicologico al singolo lavoratore, come prevenzione di disturbi post-traumatici ed elaborazione dei vissuti operativi legati al contesto emergenziale in atto. I lavoratori giungono allo sportello, per ricevere tre colloqui, tramite il proprio Medico Competente, per contatto diretto (dr Nardiello 3293523912) o per segnalazione dei colleghi che effettuano supporto telefonico.
I lavoratori possono usufruire del Supporto Psicosociale COVID-19 in orario di servizio.  L’intervento è gestito dalla UOC Prevenzione e Protezione Aziendale in accordo con la Direzione
Sanitaria Aziendale dell’ASLNAPOLI2NORD L’obiettivo, dunque, è fornire consultazioni esperte attraverso un ascolto empatico del dolore e dell’angoscia connessa all’emergenza, favorendo così l’attivazione di un processo di elaborazione dell’evento traumatico. Tutto ciò consente a chi chiede aiuto l’acquisizione di competenze emotive e cognitive utili per affrontare le attuali criticità.

Articolo precedenteObiettivo Comune: «Scissione del gruppo non compromette unità di intenti. Superati screzi che esistono in ogni famiglia»
Articolo successivoSe le bombe non fanno più male
Sono laureata in sociologia e scienze religiose. Sposata con Rino ho due figlie, Marianita psicologa e attrice, Anna universitaria, poi ci sono in famiglia anche Brando e Luki due cani che ormai sono considerati a tutti gli effetti componenti del nostro nucleo familiare ed una coppia di merli che da anni occupano abusivamente il mio giardino. Sono la responsabile URP del D. S.43 di Casoria. Oltre al lavoro e alla famiglia a cui dedico la maggior parte del mio tempo, faccio volontariato nel doposcuola parrocchiale. Amo leggere fin da quando ero bambina, la mia autrice preferita è Elsa Morante, ma anche Umberto Eco non mi è indifferente. Non vorrei però tralasciare Manzoni, di cui fin dalle scuole medie sono stata fans appassionata, anche negli anni caldi della contestazione, in cui veniva considerato antiquato e superato da tutti i miei amici. Tra i poeti ,preferisco Eugenio Montale ed Orazio. Questa in breve sono io.