Con il decreto “Cura Italia”, Poste Italiane comunica ai Sindaci italiani una serie di nuove misure “anti contagio” durante l’emergenza coronavirus: proroga, ad esempio, la validità dei documenti di riconoscimento sino al 31 agosto 2020, la sospensione dei termini derivanti da cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione, nonché gli avvisi di accertamento esecutivi emessi dalla Agenzia delle Entrate.

Allo stesso tempo, a causa sempre dell’emergenza sanitaria, è stata disposta la riduzione dell’offerata di alcuni uffici postali su tutta la rete nazionale in base alla popolazione dei vari Comuni. A partire dai comuni con meno di 25000 abitanti sino a quelli con più di 150000 ove sono presenti anche diversi uffici.

Tali riduzioni fanno si che in alcune sedi si creino assembramenti esterni i quali, viste anche le attuali condizioni meteo, esasperano non poco i clienti, in gran parte anziani, i quali chiedono spesso aiuto ai Sindaci ed alle amministrazioni.

Nello specifico, questa situazione viene diverse volte segnalata per l’ufficio postale della Cittadella sito in via Nazionale delle Puglie, presso il quale alcune volte sono intervenute anche le forze dell’ordine.Tra i clienti abituali dell’ufficio,si distinguono coloro che chiedono a gran voce che qui tutto torni quanto prima a pieno regime e coloro che invece temono, in caso di esasperazione della situazione, una nuova totale chiusura dello stesso ufficio.

Ricordiamo gli orari ed i giorni di apertura dell’ufficio in questo periodo; lunedì-mercoledi-venerdì dalle 8:20 alle 13:35 ad eccezione della prossima settimana dove per lavori resterà chiuso martedì, mercoledì e giovedì.

Potrebbe risultare superfluo ma è bene ricordare che Poste Italiane S.p.a. è una società privata e come tale non soggetta ad infuenze dei singoli comuni.

Visti però i numerosi reclemi, il Sindaco Raffaele Bene ha scritto, una prima volta durante il periodo Covid-19, sollecitando Poste Italiane S.p.a,  per la riapertura dell’ufficio di Casoria 2 (Cittadella) ottenendo l’apertura parziale per tre giorni settimanali. Successivamente chiedendo l’apertura totale ( giorni ed orari) alla quale è stato risposto che da monitoraggio effettuato dalle stesse Poste, non sono emerse criticità e che saranno pronti a valutare diverse soluzioni qualora lo ritenessero necessario in futuro.

Tali disposizioni hanno l’obiettivo di salvaguardare la salute dei lavoratori oltre che della clientela. Poste Italiane provvederà ad una ulteriore razionalizzazione degli uffici postali non solo a Casoria ma su tutto il territorio nazionale, i cui giorni ed orari di accesso al pubblico verranno nuovamente rimodulati procedendo con ulteriori monitoraggi atti a valutare la necessità o meno dell’offerta degli stessi uffici.

Auspichiamo un ritorno alla normalità che possa ben coniugare le esigenze di sicurezza con una maggiore fruibilità di questo come dei migliaia di uffici postali di tutta Italia.

Con il decreto “Cura Italia”, Poste Italiane comunica ai Sindaci italiani una serie di nuove misure “anti contagio” durante l’emergenza coronavirus: proroga, ad esempio, la validità dei documenti di riconoscimento sino al 31 agosto 2020, la sospensione dei termini derivanti da cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione, nonché gli avvisi di accertamento esecutivi emessi dalla Agenzia delle Entrate.

Allo stesso tempo, a causa sempre dell’emergenza sanitaria, è stata disposta la riduzione dell’offerata di alcuni uffici postali su tutta la rete nazionale in base alla popolazione dei vari Comuni. A partire dai comuni con meno di 25000 abitanti sino a quelli con più di 150000 ove sono presenti anche diversi uffici.

Tali riduzioni fanno si che in alcune sedi si creino assembramenti esterni i quali, viste anche le attuali condizioni meteo, esasperano non poco i clienti, in gran parte anziani, i quali chiedono spesso aiuto ai Sindaci ed alle amministrazioni.

Nello specifico, questa situazione viene diverse volte segnalata per l’ufficio postale della Cittadella sito in via Nazionale delle Puglie, presso il quale alcune volte sono intervenute anche le forze dell’ordine.Tra i clienti abituali dell’ufficio,si distinguono coloro che chiedono a gran voce che qui tutto torni quanto prima a pieno regime e coloro che invece temono, in caso di esasperazione della situazione, una nuova totale chiusura dello stesso ufficio.

Ricordiamo gli orari ed i giorni di apertura dell’ufficio in questo periodo; lunedì-mercoledi-venerdì dalle 8:20 alle 13:35 ad eccezione della prossima settimana dove per lavori resterà chiuso martedì, mercoledì e giovedì.

Potrebbe risultare superfluo ma è bene ricordare che Poste Italiane S.p.a. è una società privata e come tale non soggetta ad influenze dei singoli comuni.

Visti però i numerosi reclami, il Sindaco Raffaele Bene ha scritto, una prima volta durante il periodo Covid-19, sollecitando Poste Italiane S.p.a,  per la riapertura dell’ufficio di Casoria 2 (Cittadella) ottenendo l’apertura parziale per tre giorni settimanali. Successivamente chiedendo l’apertura totale ( giorni ed orari) alla quale è stato risposto che da monitoraggio effettuato dalle stesse Poste, non sono emerse criticità e che saranno pronti a valutare diverse soluzioni qualora lo ritenessero necessario in futuro.

Tali disposizioni hanno l’obiettivo di salvaguardare la salute dei lavoratori oltre che della clientela. Poste Italiane provvederà ad una ulteriore razionalizzazione degli uffici postali non solo a Casoria ma su tutto il territorio nazionale, i cui giorni ed orari di accesso al pubblico verranno nuovamente rimodulati procedendo con ulteriori monitoraggi atti a valutare la necessità o meno dell’offerta degli stessi uffici.

Auspichiamo un ritorno alla normalità che possa ben coniugare le esigenze di sicurezza con una maggiore fruibilità di questo come dei migliaia di uffici postali di tutta Italia.

 

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •