Nei giorni scorsi abbiamo documentato la protesta dei 24 lavoratori della società che gestiva la manutenzione dei 677 alloggi di Edilizia residenziale pubblica, che in pratica si sono ritrovati senza lavoro per scadenza del contratto che legava la società al Comune di Casoria. Si temevano disagi proprio perché detti lavoratori assicuravano la manutenzione degli alloggi e la loro gestione tecnica. Purtroppo i disagi temuti si sono palesati subito in maniera abbastanza grave per i residenti. Infatti da oggi Via Watt è senza corrente elettrica, per quanto concerne le luci delle scale. Come ci riferisce il consigliere comunale Rino Trojano di Arpino, che nei giorni scorsi si è pure interessato, insieme ad altri consiglieri di opposizione del ripristino di vari ascensori guasti negli stabili di proprietà comunale, con una variazione di bilancio che ha destinato gli importi utili per consentire importanti interventi di manutenzione degli stessi. Ma oggi si è manifestato un altro gravissimo problema. Ovvero: il distacco dell’energia elettrica, ad iniziare dagli alloggi presenti a Via Watt. Cosa sia successo ce lo spiega direttamente il consigliere Trojano: “ Da oggi si profila un altro grave disagio per i già sfortunati residenti degli alloggi ERP. Infatti nonostante i continui e ripetuti solleciti da parte della ormai ex società di manutenzione a volturare i contratti di utenze Enel, che documentiamo, con le Pec, inviate una il 28 dicembre dello scorso anno, e l’ultima di oggi, ed in particolare quelli riguardante l’illuminazione delle scale, l’amministrazione ha preferito ignorare tali solleciti e oggi sono stati disattivati i primi contatori ENEL negli alloggi di via Watt. A cascata nel giro di poche ore saranno disattivati anche gli altri contatori e ben presto saranno lasciati al buio migliaia di persone, siamo in pieno inverno ed il buio arriva sin dalle prime ore della serata, è inutile sottolineare che vista la particolare connotazione di questi agglomerati urbani ciò potrebbe spingere qualche malintenzionato a compiere gesti insani contro chi torna nelle proprie case e mi preoccupo soprattutto per donne e bambini. Non oso immaginare i timori e le paure di chi entra nel proprio palazzo completamente al buio. Provvederemo a breve ad interrogare l’Amministrazione comunale chiedendo come intenda provvedere al pronto ripristino dell’energia elettrica, chiedendo che il tutto avvenga in brevissimo tempo. Questa amministrazione continua ad essere inerme ed incapace ad affrontare qualsiasi tipo di problema si manifesti, mi auguro che ben presto si prenda coscienza del grado di inefficienza, che provoca enormi danni e forti disagi ai cittadini di Casoria e di Arpino”. Ovviamente, seguiremo gli sviluppi della vicenda. Con la massima disponibilità, come sempre, ad ospitare repliche e controdeduzioni da parte dell’Amministrazione comunale.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •