Home Cronaca & Attualità Anno giudiziario: quando i “delinquenti” sono poco più che bambini

Anno giudiziario: quando i “delinquenti” sono poco più che bambini

99
0

Come riporta “Il Mattino”, il Presidente di Corte di Appello, De Carolis, ha raccolto i dati offerti riguardo prescrizioni, aumento di condotte illegali da parte di minori e diminuzione delle intercettazioni.

I dati fanno riferimento ad un aumento di processi prescritti, da 4233 di un anno fa a 4307 di quest’anno, inoltre, si registra un calo delle intercettazioni del 18%. Il Tribunale dei Minori indica 13 procedimenti iscritti per omicidio, 34 per estorsione, 10 per associazione camorristica e 405 per reati legati allo spaccio di droga.

La relazione fatta dal presidente mette in risalto una carenza di personale amministrativo, non risolta dall’aggiunta di personale della croce rossa.

“Le critiche sono state rivolte nei confronti delle scelte governative, sul fenomeno della “stese” bisogna aumentare gli strumenti preventivi per fronteggiare questi atti intimidatori”, lo dice il sindaco Luigi de Magistris a margine dell’inaugurazione dell’anno giudiziario sottolineando che, non occorre l’intervento dell’esercito per debellare questo problema.

Articolo precedenteValzer di prefetti sull’asse Napoli-Roma-Bari e Casoria. Carmela Pagano è il nuovo prefetto di Napoli
Articolo successivoUn pareggio che sa di vittoria…Il Casoria soffre ma porta a casa un punto d’oro
Studentessa di lettere moderne presso l'Università degli Studi di Napoli "Federico II". Amante dei libri trattanti la metafisica. Autodidatta nel campo della pittura. La sua passione è sempre stato il giornalismo, e non vede l'ora di realizzarla.