Sono stati attimi di terrore quelli vissuti la scorsa notte da Arkadiusz Milik. Dopo la vittoria contro il Liverpool, l’attaccante polacco stava raggiungendo la proprio abitazione, quando a Varcaturo, in via Ripuaria a pochi metri da casa sua, è stato affiancato da una moto di grossa cilindrata e costretto a fermarsi.

Pochi ma interminabili minuti sono serviti ai due malviventi, col volto coperto dal casco integrale, ad impossessarsi dell’orologio che aveva al polso e darsi alla fuga a tutta velocità verso le campagne di Licola. Appena ripresosi dalla choc, l’attaccante ha informato la società dell’accaduto e si è recato presso al commissariato più vicino di Polizia per denunciare la rapina.

A Napoli è successo ad altri nel corso degli anni, a Behrami, due volte ad Hamsik, alla fidanzata di Lavezzi e a quella di Gargano, ad Aronica, Federico Fernandez e a Fideleff, ma guai a pensare che sia un problema tutto partenopeo. Sembra che i giovani e ricchi calciatori siano facile preda di malviventi un po’ ovunque.

Seedorf nel 2005 fu rapinato nella propria abitazione per 100mila euro da persone armate di coltello, Balotelli della sua auto sportiva in pieno centro cittadino, Mauro Icardi si vide puntare al volto una pistola e consegnò soldi ed un orologio di 40mila euro, e a Paul Pogba venne invece svaligiata casa, Case saccheggiate negli ultimi anni ai vari Nainggolan, Gervinho, Dzeko e Balzaretti.

Torino, Milano, Roma o Napoli  purtroppo le disavventure e le storie di cronaca nera hanno coinvolto anche i calciatori più famosi di tutto il mondo. Rapine e furti alle loro case, soprattutto in un certo periodo, sono stati all’ordine del giorno.

Condividi su
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •