Si chiama Listeria monocytogenes, ed è una delle specie più pericolose della famiglia della Listeria, un agente patogeno responsabile della Listeriosi, una malattia che colpisce tanto gli animali quanto gli uomini.

Il batterio incriminato si trova nel terreno, nelle piante e nell’acqua ed anche gli animali, in particolare caprini, ovini e bovini possono diventarne portatori.

Trasmissibile anche per contatto, la listeriosi si diffonde principalmente per consumo di cibo contaminato; basti pensare che può trovarsi in molti cibi assunti regolarmente come pesce affumicato, carne, ortaggi crudi e formaggi.

A quanto pare, il batterio non resiste a temperature superiori ai 65 gradi o a temperature molto basse; il fatto che sia stato trovato anche in alimenti surgelati, ha però indotto il Ministero della Salute a ritirare dal commercio interi lotti di minestroni surgelati.

In Italia, ad ogni modo, il livello di attenzione non è così alto come in Europa, dove il problema Listeriosi si è manifestato in modo più serio.

Ungheria e Regno Unito, ma anche Danimarca, Finlandia, Svezia ed Austria sono i paesi più colpiti dal principio di epidemia, che solo nell’ultimo mese ha fatto registrare 47 casi e 9 decessi.

Gli esperti consigliano di verificare il percorso degli alimenti durante la filiera, in particolare le temperature.

Per i consumatori, la raccomandazione è quella di tenere il frigo ad una temperatura bassa, intorno ai 5 gradi e di lavare bene in particolare la frutta.

Condividi su
  • 30
  •  
  •  
  •  
  •  
  •