Raffreddore, mal di gola, tosse e febbre in questi giorni sono la causa che costringe tantissimi italiani a rimanere a casa.
Si stima che siano circa 200 mila le persone colpite dalle temperature altalenanti che non fanno altro che peggiorare ancora di più lo sconvolgimento climatico di cui il mondo è protagonista.
La notizia più preoccupante è quella relativa al fatto che l’ influenza vera e propria non si è ancora manifestata. Ecco cosa ha dichiarato in merito Gianni Rezza, Direttore del Dipartimento Malattie Infettive dell’ Istituto Superiore di Sanità così come riportato da Ansa.it:
” L’ influenza non ha ancora colpito; infatti, i virus stagionali non sono ancora stati isolati, anche se non si esclude qualche caso sporadico. Lo saranno però presumibilmente a breve, come ogni anno. Si tratta di sindromi parainfluenzali causate da virus già in circolazione. Il freddo improvviso, però, può favorire l’ attecchimento di virus e batteri soprattutto nelle vie respiratorie, portando ad un aumento dei casi legati a tali sindromi simil-influenzali. E’ tempo di vaccinarsi e dovrebbero farlo soprattutto gli anziani e le categorie a rischio come i malati cronici. Quanto alle previsioni della stagione, è difficile farle ma, complessivamente dovrebbero essere colpiti dall’ influenza dai 4 agli 8 milioni di italiani.” 
Un invito concreto alla vaccinazione dunque, per favorire la soluzione delle varie complicazioni ed evitare le cure fai da te. Il consiglio del medico è sempre la migliore soluzione per affrontare una malattia, nonostante le terribili polemiche che stanno colpendo il campo dei vaccini in questi ultimi anni.
Si spera che tutte le persone seguano i consigli degli esperti, il loro lavoro è volto a favorire una migliore qualità della vita e una più profonda conoscenza delle complicazioni riguardanti la salute.
Condividi su
  • 20
  •  
  •  
  •  
  •