bianco-3Si è svolta la XIII edizione del concorso Letterario “Metropoli di Torino”, il centro artistico Arte Città Amica di Torino, da qualche anno pubblica anche un’antologia delle opere presentate. Quest’anno, lo scrittore casoriano Giuseppe Bianco, ha conquistato il terzo premio per la categoria poesia inedita con l’opera “Relitti di civiltà” che proponiamo sotto:


Ancora un barcone

in fondo mare,

con lo squarcio nella stiva

e pochi sbrendoli di vetrici tremanti,

avanzi del ferale gurgite,

stigma di tribolazioni erranti,

di consunti sandali in cammino,

fantasmi transitati

dal nulla al sinistro oblio.

 

La libertà é una nuvola

per la gazzella senza nome

che sconta la vita con il cuore in gola,

braccata dal destino,

inerme preda del perenne orrore

fugge senza bagaglio per l’ignoto.

Anche l’anima diventa un peso

se rincorsa dal funesto vento

sui sentieri sconosciuti a Dio.

 

Non lasciano traccia le lacrime

della sofferenza gridata al cielo

sulle assetate tratte della transumanza,

stille di sangue per le arenti dune,

perse negli abissi del crudele

disincanto ultima meta.

 

Sulla sponda del miraggio

i maestri del tempio recitano

ciechi le dealbate tavole,

scavano trincee nell’acqua,

ammassano dissepolti tomi,

cocci di novellati codici sui lembi.

D’umile disperazione in fuga

la marea attingerà d’un soffio

le improbabili cordigliere del mondo

La giuria, ogni anno sempre più preparata ed attenta, forte dell’esperienza maturata negli anni, ha dato la seguente motivazione al premio:

 “Il Mare Nostrum è diventato uno scenario apocalittico di civiltà millenarie che si stanno sgretolando per scomparire nell’oblio più assoluto. Collana di parole che diventano preghiere. L’autore, curvo sotto il peso dei fatti quotidiani che non danno pace, trova nelle parole la libertà di pensiero e la forza di proporcela. I versi hanno nella loro rabbia un tocco di eleganza e una metrica da rimarcare”

Giuseppe Bianco nasce a Casoria nel 1950, attualmente si occupa di management informatico, progetta e cura la realizzazione di sistemi informativi per Enti. Non nuovo al mondo della poesia, sua eterna passione, nel 1992 ha pubblicato la raccolta di poesie “Ciottoli di viaggio” edita da Ferraro e presentata in occasione della serata del 4 giugno 1992 in Villa Campolieto (Ercolano) organizzata a sostegno dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla. I complimenti della redazione a Giuseppe Bianco cittadino casoriano che ha portato lustro alla città e gli auguriamo altri successi come questo.

Condividi su
  • 36
  •  
  •  
  •  
  •