«Fondi speciali per l’internazionalizzazione dell’agroalimentare campano».

La proposta arriva da Francesco Cacciapuoti, componente del consiglio direttivo Confapi Napoli.

«Il food e la produzione agricola della nostra regione – spiega – sono asset su cui puntare per creare sviluppo e occupazione. La strada intrapresa dal governatore De Luca con il brand “Campania” è giusta ma non dobbiamo limitarci al solo mercato nazionale».

«Per riuscire a portare all’estero le nostre eccellenze – prosegue Cacciapuoti – dobbiamo però mettere in condizione gli imprenditori del settore di operare al meglio e soprattutto di operare a difesa dei consumatori. Dunque, lotta alla contraffazione e all’italian sound” e sgravi fiscali per chi investe sul territorio».

«La Regione Campania in questo contesto può fare molto – conclude l’esponente di Confapi Napoli – anzitutto offrendo tutela dallo sciacallaggio commerciale, pensiamo solo al danno prodotto dall’indiscriminata campagna sulla “Terra dei Fuochi”, ma soprattutto mettendo a disposizione fondi di garanzia per chi vuole misurarsi sui mercati stranieri».

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •