Una notizia orribile ha sconvolto Napoli: una bambina, Noemi di soli 3 anni, colpita durante un agguato di camorra, oggi lotta tra la vita e la morte.

Il proiettile ha attraversato entrambi i polmoni e, seppur rimosso, la piccola non può respirare da sola. Tenuta sotto osservazione, sedata e collegata a un ventilatore meccanico, tutt’ oggi le sue condizioni sembrano gravi; una bimba di soli 3 anni rischia seriamente di morire, solo perchè sfortunatamente si trovava nel posto al momento sbagliato.

Intanto a Napoli infuria e esplode la rabbia. Il sindaco De Magistris ha deciso di sospendere le sue attività per stare vicino alla famiglia della piccola vittima che in queste ore sta vivendo momenti di profonda angoscia.

Il cardinale Sepe d’altra parte, durante la sua omelia, ha pronunciato dure parole:”Il sangue innocente grida vendetta al cospetto di Dio”, mentre su facebook impazzano i messaggi di sostegno per la piccola Noemi.

Le prossime ore sicuramente saranno decisive.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •