Home Afragola Afragola. Problema viabilità e parcheggi selvaggi. Lamentele di residenti e negozianti

Afragola. Problema viabilità e parcheggi selvaggi. Lamentele di residenti e negozianti

180
0

primafotoAd Afragola, da qualche tempo, il problema della viabilità è divenuto a dir poco insostenibile con riferimento soprattutto ad alcune strade che, in determinate ore del giorno, si tramutano in ingorghi insormontabili e senza via d’uscita. File di auto in coda, automobilisti bloccati nel traffico, mezzi che intralciano la circolazione, è questo lo scenario che si può notare ogni giorno in città. Nonostante poi, in seguito alla sentenza del TAR Campania, il servizio della sosta a pagamento sia stato sospeso il 30 gennaio, non sono diminuiti gli episodi dei cosiddetti “parcheggi selvaggi”. Infatti, automobilisti indisciplinati sostano un po’ ovunque senza aver riguardo per passi carrabili, aree di sosta riservate a diversamente abili, strisce pedonali e soprattutto, non preoccupandosi di ostruire la circolazione stradale penalizzando, i questo modo, non soltanto i residenti ma anche i negozianti locali. Tra le strade più colpite da questo fenomeno possiamo menzionare via Amendola, corso Alcide De Gasperi e lo stesso Corso Garibaldi fino a piazza Gianturco dove il “parcheggio selvaggio” risulta essere la regola e non l’eccezione, dove sono continue le proteste dei residenti, costretti ad aspettare che l’indisciplinato di turno sposti l’auto e consenta loro l’accesso presso la propria abitazione e dove il problema della sosta è tra più sentiti. I commercianti del posto, lamentano l’assenza di aree riservate alle auto dei clienti e con riferimento al Corso Garibaldi, si interrogano sull’utilità degli immensi marciapiedi che delimitano un lato della strada. Alcuni esercenti affermano di essere intenzionati a proporre una riprogettazione dei marciapiedi in questione atta, soprattutto, a creare dei posti auto gratuiti che consentano agli eventuali acquirenti di parcheggiare più facilmente, semmai, prevedendo un limite orario di sosta di 15 o 30 minuti. Il problema, quindi, risulta essere davvero grave e non sottovalutabile dato che è impensabile aiutare il commercio cittadino senza prima porre le basi per un suo potenziamento.

parc sel

Articolo precedenteL’iniziativa del Comitato Stella per raccontare Casoria attraverso il libro di Giulia Campece
Articolo successivoCasoria. Mensa scolastica, stop ai ticket per i pasti
Vive e lavora ad Afragola, da anni impegnato nel mondo del sociale, ha collaborato con vari periodici locali. Quella dell’informazione è una passione che coltiva da sempre.