Home Eventi Afragola. Le parole di Di Maio: “Il 4 Marzo mandiamo a casa...

Afragola. Le parole di Di Maio: “Il 4 Marzo mandiamo a casa questa gente”

210
0

Stamattina presso il teatro Gelsomino di Afragola, un numerosissimo pubblico, ha accolto Luigi Di Maio per l’ultima data campana della campagna elettorale giunta ormai all’ultima settimana.

Presente anche Vincenzo Spadafora, candidato nel collegio uninominale della camera dei deputati per il movimento 5 stelle.

Un Teatro gremito in ogni ordine di posti, con tante persone rimaste in piedi o addirittura fuori dall’edificio. Presenti all’evento sostenitori e semplici cittadini incuriositi e interessati alle parole del candidato premier del movimento, facce comuni speranzose di cambiamento e di novità in un panorama politico fin troppo definito e delineato in questi ultimi anni.

Di Maio ne ha per tutti e anche in questa occasione  non le ha mandate a dire a De Luca, ribadendo le accuse rivolte al governatore e alla giunta dopo l’ormai noto servizio di fanpage, relativamente allo smaltimento dei rifiuti. “De Luca è libero di querelarmi, io non ho nessuna intenzione di smentire e ribadisco che sono assassini della nostra gente. Questi signori aprono la porta e accolgono camorristi, il tema è che tu un camorrista non gli devi nemmeno aprire la porta e invece questi lo fanno sedere ai loro tavoli. Il 4 Marzo mandiamo a casa questa gente”. Altrettanto schietto e frontale l’attacco a Berlusconi, additando l’ex premier di continuare a truffare gli italiani con i contratti fasulli firmati a Porta a Porta e affermando che l’unica cosa che è cambiata in lui rispetto al 2001 è che ora ha i capelli.

Articolo precedenteMonday night con Cagliari-Napoli a chiudere la 26°giornata
Articolo successivoIl circondario di Napoli Nord in marcia contro la delocalizzazione del tribunale da Napoli a Aversa. I protestanti:”Abbiamo già raccolto 15000 firme!”
Raccontare quello che accade senza dare giudizi, senza cedere alle pressioni, probabilmente non è il giornalismo dei giorni nostri, ma è sicuramente dare il giusto servizio ai lettori. Vive a Casoria, scrive, fotografa, sogna.