Home Senza categoria Afragola. Il sindaco Tuccillo annuncia le opere di riqualificazione della Saggese. Il...

Afragola. Il sindaco Tuccillo annuncia le opere di riqualificazione della Saggese. Il comitato soddisfatto a metà.

146
0

11051025_909628395734750_996186021_n(Antonio Boccellino) Presso la sede del Comitato Saggese, il Sindaco Tuccillo ha presentato gli interventi di riqualificazione. Dopo la presentazione alla biblioteca Comunale, il Sindaco ripete l’annuncio delle opere di riqualificazione previste per i quartieri San Marco e Saggese. In un meeting tenutosi nella serata di venerdì 6 marzo presso la sede del Comitato Saggese – il sodalizio di residenti guidato da Anna Giustino che da oltre un decennio si interessa di migliorare questa zona di confine – sono state prospettate le intenzioni dell’Amministrazione cittadina per il risanamento della zona. Allargamento e messa in sicurezza di via Saggese, realizzazione di opera di urbanizzazione primaria di un primo lotto di traverse (VII e XI), restyling di altrettante strade della zona San Marco, riqualificazione di un segmento viario di via Ferrarese e realizzazione di un nuovo collegamento viario San Marco-zona Ikea, rientrano in un prima batteria di interventi. “Per una parte di finanziamenti che riceveremo dalla TAV pari a circa 5 milioni– ha affermato il Sindaco – è stata predisposto, grazie al supporto dell’architetto Smith e dell’Assessore Brunella Como, un primo lotto di interventi da realizzare. Si tratta di opere che riqualificano l’area a ridosso della costruenda stazione TAV. Stasera daremo un quadro di massima di ciò che abbiamo intenzione di eseguire.” A seguire gli Assessori Brunella Como e Giuseppe Affinito hanno chiosato le intenzioni della fascia tricolore per il quartiere, scandendo anche le varie tappe che porteranno all’esecuzione dei lavori. Secondo quanto annunciato, entro la fine di marzo dovrà essere pronto uno studio di fattibilità degli interventi, a seguire sarà predisposta la progettazione preliminare che consentirà di avviare la procedura di gara per la scelta dell’operatore economico cui affidare i lavori, di cui si stima l’avvio, in assenza di motivi ostativi, a partire dal prossimo settembre. Buona la risposta dei cittadini.

10922029_909628435734746_782214354_nUn centinaio di residenti ha attivamente preso parte all’evento, ponendo domande, formulando osservazioni, chiedendo spiegazioni. Non sono mancate anche istanze da parte di proprietari di case non ancora condonate su cui permane la spada di Damocle degli abbattimenti. E anche qualche deluso che, dopo decenni di privazioni e sacrifici in una delle zone del territorio che maggiormente ha risentito dell’impatto dei lavori TAV, immaginava di trovare progetti esecutivi da mettere in gara piuttosto che rendering di massima che, all’attualità, rappresentano solo mere intenzioni del governo cittadino. “Siamo soddisfatti a metà- ha affermato la Presidente del Comitato Anna Giustino- Apprezziamo la vicinanza e sensibilità di quest’amministrazione verso le nostre problematiche, ma ci aspettavamo di più. Comunque vigileremo e monitoreremo la situazione con il governo cittadino e gli uffici comunali affinché vengano mantenuti gli impegni sul piano di lavoro annunciato e, se del caso, faremo sentire la nostra voce”. Pronta la risposta del sindaco che ha puntualizzato come “il lavoro sinora fatto rappresenti una deliberata metodologia operativa mirata all’individuazione delle priorità da rendere concrete in maniera armonica con il territorio, piuttosto che fare un’arlecchinata di interventi ”. Tra le priorità della zona, hanno affermato all’unisono i cittadini, emerge la mancanza della metanizzazione del quartiere, e soprattutto di un servizio di trasporto pubblico. “Siamo isolati- ha dichiarato Biagio Cerbone – ho tre figli che vanno a scuola ad Afragola e Caivano e praticamente sono costretto ad accompagnarli e a prenderli tutte le mattine.” Gli ha fatto eco Giuseppe Tuccillo che ha confermato i medesimi problemi aggiungendo come “siamo costretti a fare continuamente da taxi ai nostri figli che, anche per il tempo libero, sono dipendenti dai genitori”. Una vera iattura per questo popoloso quartiere che annovera oltre 3.000 abitanti. “Siamo sul problema – ha rassicurato la fascia tricolore – Proprio in questi giorni, grazie anche a suggerimenti di alcuni cittadini siamo riusciti a restituire un collegamento con la città di Napoli per i quartieri Salicelle e San Marco con un ridisegno del percorso dell’autolinea della CTP C2 R Caivano-Afragola – Napoli via Autostrada. In relazione alla Saggese abbiamo già avviato una Conferenza di Servizi con la Provincia e a breve, dopo verifiche con il comune di Casalnuovo, siamo fiduciosi per la risoluzione del problema”. Alcuni cittadini, poi, considerato il periodo di spendig review che rende molto difficile l’istituzione di una nuova autolinea hanno suggerito al sindaco delle ipotesi di percorso, rinnovando una precedente richiesta di qualche mese fa e ricordando al sindaco come, tra gli impegni assunti in campagna elettorale era previsto “Il problema del trasporto pubblico – i residenti hanno dichiarato che potrebbe essere risolto con una modifica di percorso dell’autolinea A77R Casoria FS-Acerra che, prendendo atto anche di esistenti collegamenti Casalnuovo-Acerra, potrebbe diventare una circolare con cuspide a via Saggese”.

Articolo precedenteElezioni regionali. Nocera, Marino, Ciaramella e Casillo pronti per una nuova campagna elettorale.
Articolo successivoAfragola. Bancarotta fraudolenta, l’ex sindaco di Afragola Vincenzo Nespoli condannato a cinque anni.
Redazione Il Giornale di Casoria - Il portale di informazione dell'area a Nord di Napoli