Questa notte gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Afragola hanno arrestato Benito Barra ,39enne di Cardito , per il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale, danneggiamento aggravato e denunciato per reati di minacce gravi, porto di oggetti atti ad offendere, rifiuto d’indicazione della propria identità personale.
I poliziotti, durante l’attività di controllo del territorio, sono stati allertati dalla Sala Operativa in quanto nei pressi della Chiesa di Santa Eufemia era stata avvistata una persona armata di ascia che minacciava chiunque incrociava.
I poliziotti hanno intercettato il 39enne in via kennedy, angolo via Verccellio.
L’uomo alla vista della Polizia ha inveito contro gli agenti e ha iniziato a colpire con violenza il cofano anteriore della vettura di servizio danneggiandola.
Gli agenti , con non poche difficoltà, sono riusciti a bloccare l’uomo , ed i poliziotti hanno accertato che il 39enne nella piazza antistante la chiesa , armato di una falce, aveva iniziato a inveire contro i passanti, per poi disfarsi della falce e gettarla in un cortile di un’abitazione all’arrivo della Polizia.
L’uomo ,alla richiesta degli agenti ,ha rifiutato di declinare le proprie generalità.
La falce è stata recuperata e sequestrata, mentre il 39enne è stato arrestato in attesa della celebrazione del rito per direttissima.

Condividi su
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •