Home Eventi Afragola. Al via la settima edizione di “Libri e parole…sul Sofà di...

Afragola. Al via la settima edizione di “Libri e parole…sul Sofà di Sant’ Antonio”

135
0

12919067_10207609035716763_1900531231_nNelle serate di lunedì 11 e 18 aprile c.a. si terranno i due appuntamenti letterari della Settima edizione di “Libri e parole…sul Sofà di Sant’Antonio”. L’evento culturale, organizzato dai Frati Minori e dall’Ordine Francescano Secolare di Afragola, quest’anno è dedicato alle terziarie della comunità. Il primo incontro, di lunedì 11 aprile, vedrà per protagonista la prof.ssa Lucia Antinucci, dottore in Teologia Dogmatica e autrice del testo “Le discepole del Giullare di Dio: Francesco d’Assisi e la sorellanza”. Il testo di 117 pagine, dato alle stampe dalla Tau editrice, ripropone l’esempio di molte donne protagoniste nella chiesa del medioevo trasformate, in maniera chiara, dalla personale storia di conversione. Il testo, come si deduce dal titolo, è incentrato sulla spiritualità francescana che appassionò le donne contemporanee del serafico Francesco, tra queste brilla la figura di Chiara d’Assisi. In precedenza, per questa stessa testata giornalistica, ho avuto modo di scrivere una recensione che trovate al link: http://www.ilgiornaledicasoria.it/le-discepole-del-giullare-di-dio-il-nuovo-saggio-di-lucia-antinucci. Il secondo appuntamento, previsto per lunedì 18 aprile, sarà l’occasione per approfondire le virtù eroiche di Margherita Candia. Nata ad Afragola il 24 agosto del 1924, in una famiglia profondamente cristiana e francescana, crebbe all’ombra del Santuario di Sant’Antonio e, in seguito, fu affidata alle suore d’Ivrea che ne curarono l’istruzione presso l’Istituto SS. Trinità e Paradiso di Vico Equense. Sconvolta dall’aver visto e conosciuto un ufficiale che in guerra aveva perso braccia e gambe, iniziò a meditare sulla sofferenza. In quei giorni la sentirono affermare: “se il Signore mi dicesse che farebbe finire la guerra ora e tornare la pace nelle famiglie, a condizione che io morissi, risponderei eccomi qui, sono pronta, prendimi anche in questo istante!”. Dopo alcuni giorni, il 25 maggio del 1942, inspiegabilmente si aggravarono le sue condizioni di salute e si addormentò nel Signore. Questa giovane martire della carità, che non aveva compiuto i 18 anni, fu ricordata da numerosi sacerdoti, che vollero dedicarle diversi opuscoli e immaginette. I due incontri letterari avranno luogo, alle ore 18.30, presso la sala San Ludovico da Casoria della Basilica di Sant’ Antonio in Afragola.