Home Sport Addio a Behrami e Kramer. Callejon: “Sto bene a Napoli, voglio ripagare...

Addio a Behrami e Kramer. Callejon: “Sto bene a Napoli, voglio ripagare la fiducia”

85
0

callejonDopo tanto parlare in questi due mesi dato come più che possibile partente, Behrami, da oggi è ufficialmente un calciatore dell’Amburgo, lo svizzero è stato ceduto a titolo definitivo per un cifra intorno ai 6.5 milioni di euro con bonus inclusi. Behrami ha sottoscritto un triennale che lo legherà ai tedeschi sino al 2017; cessione commentata e confermata da De Laurentiis a radio Kiss Kiss: “Il giocatore più di una volta ha chiesto di poter giocare in un ruolo più adatto alle sue caratteristiche, e non trovando spazio nel modulo di Benitez, abbiamo deciso di accontentare le sue richieste. Valon ha sempre dato tanto al Napoli ed alla causa azzurra in questi anni, ed è giusto che continui la sua carriera da protagonista. Sostituto? Siamo alla ricerca di un centrocampista che rientri nei piani del mister e del suo 4-2-3-1. La sola cessione del mediano svizzero avrebbe indebolito la rosa. Fellaini? E’ uno dei nomi che si fanno per la mediana azzurra, ma non è l’unico. La sua capigliatura potrebbe essere in linea con la scapigliatura napoletana. Non dimentichiamo che anni fa presentai Inler come un leone. Preliminari? Il Napoli arriva molto bene all’impegno, Benitez è un grande conoscitore di calcio e conosce nei minimi dettagli i pregi ed i difetti dei suoi calciatori. Scudetto? Quest’anno ce la giochiamo fino alla fine, senza dubbi.” Il presidente è anche intervenuto sull’amichevole contro il Paok Salonicco, ecco quanto riportato: “Quella col Paok Salonicco sarà un’amichevole molto importante perchè il Napoli inviterà tutti i propri tifosi a partecipare ad una serata di sport e fratellanza per ricordare la figura di Ciro Esposito. Ma non solo. Il progetto “Fratellanza Italiana Calcio in nome di Ciro Esposito” è molto più ampio e coinvolgerà nel corso dell’anno diversi istituti stanziati sul territorio napoletano, sensibilizzando in questo modo la cultura del calcio e lo sport per i giovani studenti, che parteciperanno ad incontri con psicologi esperti. L’incasso sarà inoltre devoluto agli istituti per la costruzione ed il rinnovamento delle fatiscenti strutture sportive messe a disposizione degli alunni“. Anche Dzemaili è in procinto di salutare Napoli, infatti sull’ex torinista è sempre vivo l’interesse del Siviglia che non ha abbandonato la pista, la trattativa tra la società andalusa e quella azzurra potrebbe entrare nel vivo nell’arco delle prossime ore. Purtroppo per il Napoli naufraga anche la pista che portava a Kramer; il tedesco di proprietà del Bayer Leverkusen ha deciso di non accettare la corte degli azzurri, quindi il suo futuro resta in Germania, dove nella prossima stagione giocherà con il Borussia Monchengladbach, in prestito probabilmente fino a gennaio. Il Napoli adesso è fuori dalla corsa, situazione identica a quella avvenuta con Mascherano e soprattutto con Gonalons. Chi invece resterà è sicuramente Jose Maria Callejon, dove si toglie dal mercato spegnendo i sogni di Chelsea e Atletico Madrid che negli ultimi giorni si erano interessati fortemente al talento andaluso. L’ex madridista è stato intervistato al quotidiano spagnolo Marca, queste le sue dichiarazioni: “Quello appena trascorso è stato un anno importante per me, Benitez mi ha aiutato molto in questo. Obiettivi? Spero di segnare più gol della scorsa stagione ma lo scudetto è il nostro vero obiettivo. La Champions? Pensiamo a passare il preliminare: il sogno è giocare un giorno la finale perché è qualcosa di unico. Siamo ambiziosi e vogliamo fare bene anche in Europa anche se non sarà facile arrivare al sogno finale perché ci sono tante squadre forti. Ma ripeto, lo scudetto è il nostro obiettivo stagionale. L’anno scorso abbiamo fatto una stagione positiva finendo terzi e facendo un girone Champions ottimo. Per vincere il tricolore però, dobbiamo non perdere punti con le squadre piccole. Sono quelli i punti che pesano a fine stagione. Futuro? Posso dire che a Napoli mi trovo bene e sto bene. La società e l’allenatore credono in me ed hanno grande stima nei miei riguardi. Sono rimasti molto soddisfatti del mio rendimento, io cercherò di ricambiare la loro fiducia impegnandomi sempre al massimo. Il fatto di giocare con continuità mi dà fiducia, mi rende molto orgoglioso e felice. E’ il massimo per un calciatore.”

Articolo precedenteCaivano, il centro storico si rifà il look
Articolo successivoAl Maschio Angioino di Napoli il trionfo dei sapori irpini
vive a Casoria, 22 anni, laureando in scienze dell'Amministrazione e dell'Organizzazione nella facoltà di Scienze Politiche presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Ha sempre amato scrivere per quanto concerne il calcio, scrivendo già per un giornale online e per “il giornale di Casoria” da novembre 2013 a marzo 2014. Il calcio è una passione che coltiva sin da piccolo.